Smartphone & Tablet

Samsung Galaxy S4 e Htc One Google Edition: due Android-phone allo stato puro

La società di Mountain View porta al debutto due edizione speciali dei top di gamma Samsung e HTC caratterizzati dalla presenza di un’interfaccia Android “pura”. Potranno essere acquistate online (ma non Italia per il momento) attraverso il canale Google Play

Samsung Galaxy S4 Google Edition – Credits: Samsung

Volete sapere quali sono i due migliori smartphone Android oggi in circolazione? Il Samsung Galaxy S4 e l’HTC One. Non siamo noi a dirlo ma Google, o perlomeno questo è quello che ci fa capire la società di Mountain View con la sua ultima mossa: l’annuncio di due edizioni speciali – o come si dice in gergo “stock” - dei due celebri portacolori marchiati Samsung e HTC.

Si chiameranno semplicemente Galaxy S4 e One Google Play Edition e si distingueranno dalle versioni originarie per la presenza di un’interfaccia Android “pura”, priva cioè delle personalizzazioni adottate dalle due case (Touch Wiz per Samsung e Sense per HTC). Nessuno scrolling attivabile con lo sguardo (Smart Scroll), quindi, né tanto meno aggregatori sociali in home (Blinkfeed): Samsung Galaxy S4 e HTC One Google Play Editions saranno due smartphone vicini al mondo Nexus destinati a quanti vogliono godere dell’esperienza Android come mamma (Google) l’ha fatta.

HTC-One-Google-Edition.jpg

Come il Nexus 4 e il Galaxy Nexus, quindi, anche i due nuovi modelli Google Edition saranno liberi da qualsiasi vincolo di natura contrattuale con gli operatori e saranno fra i primi terminali a ricevere l’aggiornamento ad Android 4.3. Entrambi, però, non usufruiranno di alcun tipo di sussidio da parte di Google. Significa che laddove saranno distribuiti, i due terminali verranno offerti a prezzo pieno: negli Stati Uniti, ad esempio, l’HTC One Google Edition costa 599 dollari, il Samsung Galaxy S4 649 dollari.

E in Italia? Nel nostro Paese, come noto, il canale Google Play non è ancora attivo. Gli utenti tricolori che vorranno acquistare i due nuovi terminali ricucinati da Google dovranno quindi passare dagli store esteri attraverso amici o conoscenti.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti