Samsung Galaxy S8
Smartphone & Tablet

Quanto dura la batteria del Samsung Galaxy S8 Plus? Il test

Autonomia e tempi di ricarica: il nuovo top di gamma della società coreana alla resa dei conti

Con l’iPhone 7, l’LG G6 e il Huawei P10 è lo smartphone più desiderato del momento. Il nuovo Samsung Galaxy S8 non è ancora uscito - il debutto sul mercato è previsto per il prossimo 29 aprile - ma ha già tutti gli occhi addosso.

Samsung Galaxy S8 è lo smartphone più bello. Ma è anche il più potente?


Dopo avervelo mostrato in anteprima, ci occuperemo in questa sede di analizzarne uno degli aspetti più importanti, per non dire decisivi, per chi acquista un nuovo telefono: la batteria. Lo faremo utilizzando un Galaxy S8 Plus, versione da 6.2 pollici della nuova serie, forse il modello più indicato - viste le dimensioni - per chi è alla ricerca di un prodotto con una longevità superiore alla media.

L’autonomia dichiarata…
Cominciamo con i valori dichiarati dal produttore, che per il Galaxy S8 Plus ha scelto una batteria non rimovibile da 3.500 mAh. L’autonomia stimata è di 13 ore nella navigazione Internet 3G, che diventano 15 sulle reti ad alta velocityà (LTE) o sfruttando una connessione WiFi. Le prestazioni migliorano nelle attività che non prevedono la connessione di rete: Samsung parla di 18 ore di autonomia in riproduzione video, 24 ore in conversazione e addirittura 78 ore in modalità ascolto audio.

… e quella reale
Fin qui i dati sulla carta. Ma come si comporta il Samsung Galaxy S8 Plus nell’utilizzo quotidiano? Per capirlo, abbiamo preso un sample nuovo di pacca, lo abbiamo caricato al 100% e lo abbiamo utilizzato in condizioni “miste”, sfruttando cioè tutte le principali applicazioni, dalle chiamate alla messaggistica, dalle chat ai social network, dalle foto ai video, dalla navigazione su Internet a quella satellitare.

Galaxy S8 o Galaxy S7: quale comprare


Risultato: il nostro Galaxy S8 Plus si è spento dopo circa 33 ore di utilizzo ininterrotto, quasi un giorno e mezzo di piena operatività; un risultato piuttosto interessante, considerata la media dei dispositivi Android oggi in circolazione.

 

Le opzioni di risparmio energetico
Il test non tiene conto di tutte le eventuali opzioni di risparmio energetico che consentono di ottimizzare i consumi. Nella fattispecie, il nuovo Galaxy S8 dispone di due modalità per l’energy saving, una “media”, che diminuisce la luminosità dello schermo, limita la velocità della CPU, disattiva l’uso della rete in background e il cosiddetto alway on display, permettendo di guadagnare quasi 7 ore di autonomia, e una “massima” che taglia anche la risoluzione dello schermo (da QHD a HD+), triplicando in pratica la durata della batteria.

Qui la schermata di sintesi con le stime di durata nelle tre modalità, partendo da cellulare completamente carico.

Samsung Galaxy S8 risparmio energtico

I tempi di ricarica
Parlando di batteria, vale la pena analizzare anche i tempi di ricarica offerti dall’alimentatore in dotazione (un’unità Fast Charghing da 2A).

 


Come si può vedere, bastano poco più di 40 minuti con il telefono attaccato alla presa di corrente per riportare l’S8 Plus a metà “serbatoio”, poco più di un’ora e mezza per la ricarica completa.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti