Smartphone sveglia
Smartphone & Tablet

Perché la sveglia non funziona se lo smartphone è spento

Lo spegnimento del cellulare taglia l’alimentazione di qualsiasi funzione, anche quella di un banalissimo allarme. Ecco i metodi alternativi

Pur essendo sempre più potenti ed evoluti, gli smartphone moderni sono spesso incapaci di svolgere operazioni sulla carta piuttosto banali. Un esempio in tal senso è rappresentato dalla possibilità di utilizzare la sveglia a dispositivo spento, una funzione piuttosto comune sui primissimi telefoni cellulari, ma oggi pressoché estinta.

Nessuna attività se il telefono è spento

Il motivo è da ricercare nella natura stessa dei dispositivi di ultima generazione, costruiti intorno a sistemi operativi sviluppati per tagliare qualsiasi applicazione, anche una banalissima sveglia, in assenza di corrente.

A meno di ricorrere a particolari escamotage, insomma, chi ha programmato un allarme su un iPhone o un telefonino Android successivamente spento non avrà alcuna chance di svegliarsi (a meno che non lo faccia naturalmente).

I produttori consigliano la "modalità aereo"

In linea teorica la soluzione ci sarebbe: gli smartphone dovrebbero integrare un chip ad hoc munito di batteria indipendente dedicato a tutte le funzioni dell’orologio, allarmi compresi. Si tratta però di una possibilità che i produttori non prendono in considerazione per ovvie ragioni di rapporto costo-benefici.

In fin dei conti chi volesse disattivare il proprio smartphone durante la notte senza perdere le sveglie può sempre impostare il dispositivo in modalità aereo, una funzione che consente di tagliare tutte le applicazioni di rete ma non quelle collegate alle attività programmate (allarmi ad esempio, ma anche promemoria, note, ecc).

Ma basta un app per "svegliare" il telefono

A dire il vero una possibilità di utilizzare la sveglia a telefono completamente spento esiste, ed è quella che passa attraverso l’uso di applicazioni (TimeRiffic, Twilight, Power Schedule) che consentono di programmare azioni ripetitive, compresa l’accensione e lo spegnimento del telefono ad orari predefiniti.

In questo modo l’utente potrà impostare l’accensione dello smartphone qualche minuto prima dell’orario della sveglia, in modo garantire l’alimentazione necessaria per il funzionamento dell’orologio e di tutte le sue componenti associate.

Per saperne di più


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti