Nokia-generica-2
Smartphone & Tablet

Nokia compie 150 anni: tutte le creazioni che hanno fatto la storia

Dalla carta ai telefonini, riviviamo le tappe salienti del percorso dell’azienda di Espoo. Che oggi scommette in buona parte sullo sviluppo delle reti

Per molti, diciamo pure per tutti, è l’azienda che ha contribuito maggiormente alla diffusione del telefono cellulare nel mondo. Nokia, la più popolare fra le imprese scandinave, vive ancora della luce riflessa del suo trentennio d’oro nel mercato delle telecomunicazioni - quello che va dall’inizio degli anni ’80 al 2014, anno della cessione della divisione dispositivi e servizi a Microsoft - eppure la sue radici affondano in un'epoca ben più lontana.

Proprio oggi, infatti, si festeggiano i 150 anni dalla sua fondazione, una ricorrenza che fa del marchio di Espoo una delle realtà più longeve del mondo tecnologicon. Va detto, a onor del vero, che Nokia ha cambiato pelle più volte nel corso della sua lunghissima storia. Alla nascita, era il il 12 Maggio del 1865, produceva cellulosa nel Sud della Finlandia sulle rive del fiume Nokianvirta, da cui deriva il nome. Poi il passaggio ad altre produzioni - dai cavi elettrici ai prodotti chimici, dagli pneumatici agli stivali di gomma - fino all’approdo, datato anni Settanta, nel mondo delle tlc.

 

La nascita di Nokia si deve a un ingegnere finlandese, Fredrik Idestam. Dopo di lui, si sono succedute figure di spicco dell’imprenditoria finlandese, il più celebre dei quali resta sicuramente Jorma Olilla, presidente e CEO dal 1992 al 2006. Poi, nel 2010 l’avvento di Stephen Elop, primo capo non finlandese di Nokia, l’uomo che di fatto ha consegnato la divisione devices & services dell’azienda nelle mani di Microsoft.

Pur scremata dalla sua business unit più prestigiosa, quella appunto dei telefonini, Nokia resta comunque una delle stelle più luminose del firmamento tecnologiche. L'azienda vanta oggi tre divisioni attive, Technologies, Here e Networks, con quest’ultima a trainare le attività del gruppo come dimostra il recente accordo per l’acquisizione del brand Alcatel-Lucent.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

La rinascita di Nokia

La società finlandese starebbe meditando un clamoroso ritorno sul mercato della telefonia

Commenti