Smartphone & Tablet

Nokia: i 10 cellulari che hanno fatto la storia

Dal “bananino” al 3310, dal Communicator al Lumia 1020, ecco i dispositivi più celebri prodotti dell’azienda finlandese

– Credits: Wikipedia

Difficile dire ora che ne sarà di Nokia dopo la storica acquisizione da parte di Microsoft. Di certo si chiude un’era. Per quanta autonomia possa restare negli uffici di Espoo, Nokia – o almeno, l’unità che si occupa di sviluppare dispositivi mobili - diventa a tutti gli effetti una divisione del colosso di Redmond.

Per celebrare più di un trentennio di attività nel settore delle telecomunicazioni ecco una rassegna dei 10 migliori telefonini sviluppati dalla società dalla sua nascita ad oggi:

1. Nokia Mobira Cityman (1987)
La storia di Nokia inizia nel 1865, ma è solo dal secolo scorso e più precisamente dalla metà degli anni ’80 che la società inizia a sviluppare telefonini mobili in senso stretto. Secondo gli storici il primo vero dispositivo portatile prodotto dalla società è il Mobira Cityman 900, terminale soprannominato "Gorba" per via di una foto che lo ritrae fra le mani del premier russo Mikhai Gorbaciov in visita a Helsinki. Sviluppato dalla controllata Salora Oy (società acquisita da Nokia nel 1984) il Cityman si presenta come un cellulare dall’aspetto piuttosto imponente (quasi 800 grammi di peso!) e dal prezzo proibitivo: 24.000 marchi finlandesi, poco meno di 5000 euro attuali.

Nokia-Mobira-Cityman.jpg

2. Nokia 1011 (1992)
Se il Mobira Cityman900 può essere considerato il primo terminale mobile di Nokia, il 1011 è in assoluto il primo cellulare GSM della storia. Decisamente più compatto del suo predecessore (195 x 60 x 45mm per quasi mezzo chilo di peso) il 1011 incorpora un display monocromatico e una rubrica capace di contenere fino a 99 numeri.

Nokia-1011_emb8.jpg

3. Nokia 2110 (1994)
Successore del Nokia 1011, il 2110 passa agli annali per essere il primo telefonino Nokia in grado di inviare e ricevere messagggi e per la caratteristica suoneria "Nokia Tune" che da lì in avanti sarà presente su tutti i terminali della casa.

Nokia_2110_emb8.jpg

4. Nokia 9000 Communicator (1996)
Quando l’iPhone non era nemmeno un’idea, Nokia porta al debutto un vero e proprio computer in formato tascabile. È il 9000 Communicator, capostipite di una progenie di dispositivi con tastiera estesa destinati a diventare un’icona per tutti i business-man a cavallo fra i due millenni. Nella sua versione originaria, il Communicator viene equipaggiato con un processore AMD con architettura i386 da 24 MHz MB di memoria, di cui 4 dedicati alle applicazioni, 2 ai programmi e 2 per i dati dell'utente.

nokia-9000-communicator_emb8.jpg

5. Nokia 8110 (1998)
Il “bananino”, così viene subito soprannominato l’8110 per via della caratteristica forma ricurva, è senza dubbio uno dei telefonini più originali della sterminata produzione Nokia. Design a parte, il terminale si segnala per tutta una serie di funzionalità avanzate (come la gestione fino a 5 chiamate in conference-call) e soprattutto per la sua apparizione in Matrix.

Nokia-8110_emb8.jpg

6. Nokia 3310 (2000)
Alzi la mano chi non ha mai avuto un Nokia 3310 nel suo taschino. Commercializzato fra il 2000 e il 2003, questo telefonino è ancora oggi un’icona della telefonia mobile e probabilmente della supremazia di Nokia negli anni d’oro. A decretarne il successo l’eccellente equilibrio fra dimensioni e peso (113 × 48 × 22 mm per 133 grammi), la presenza di giochi (come il leggenedario Snake) e funzionalità piuttosto avanzate per l’epoca, come l’Sms chat, il voice dialing e il compositore di melodie.

Nokia-3310_emb8.jpg

7. Nokia 1100 (2003)
Per capire il successo di questo terminale bisogna guardare il dato di vendita: 200 milioni di pezzi venduti, una cifra record per un telefono cellulare (e per un oggetto tecnologico in genere). Lanciato nel 2003, il 1100 si fa notare per la sua estrema maneggevolezza (circa 86 grammi di peso) e per la sua dotazione essenziale: display monocromatico da 96 x 65 pixel, 36 suoneri (monofoniche) preinstallate, 50 messaggi archiviabili, sveglia, cronometro, calcolatrice e giochi. Praticamente inesauribile la batteria, accreditata di 400 ore di autonomia in stand-by.

Nokia-1100_emb8.jpg

8. Nokia 6600 (2003)
All’apice del suo successo, Nokia porta al debutto questo caratteristico terminale che per molti è il primo vero smartphone della storia. Al suo interno una fotocamera, un player video, una radio, un browser Web, una memory-card, connettività Bluetooth e un sistema operativo collaudatissimo (Symbian Serie 60) in grado di far girare vere e proprie applicazioni.

Nokia-6600_emb8.jpg

9. Nokia N95 (2007)
Quando debutta, nel 2007, sono tutti d’accordo: l’N95 è il miglior telefonino Nokia di tutti i tempi. Merito di un design avveniristico (con il caratteristico doppio slider che mette in mostra da un lato la tastiera e, dall’altro, il player musicale) e di tutta una serie di risorse innovative, dal Wi-Fi al Gps fino ai giochi N-Gage. Ha un solo difetto: debutta quasi in concomitanza con l’oggetto più innovativo della storia recente, l’iPhone.

nokia-n95_emb8.jpg

10. Nokia Lumia 1020 (2013)
In futuro lo ricorderemo forse per essere stato l’ultimo telefonino a brand Nokia. Per ora consideriamo il Lumia 1020 per quello che è: il miglior cameraphone del mondo, nonché il più evoluto fra gli smartphone sviluppati dalla società all’indomani dello storico accordo con Redmond per l'integrazione di Windows Phone.

nokia-lumia-1020-with-camera-grip-resized_emb8.jpg
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Perché Microsoft si compra Nokia

Steve Ballmer ha annunciato che entro i primi mesi del 2014 Microsoft acquisirà la divisione mobile di Nokia per oltre 5 miliardi di euro. L'azienda di Redmond si appresta così a scommettere ancora di più sul settore mobile. Ma secondo molti è una mossa disperata

Commenti