Smartphone & Tablet

Moovit: il social GPS per chi usa il trasporto pubblico

E' un'app e funziona grazie alle segnalazioni degli utenti

Qual è il percorso migliore per raggiungere il centro città coi mezzi pubblici all'ora di punta? Ce lo dice Moovit l'app per iPhone e Android basata sul Social Gps, ovvero sulle segnalazioni degli stessi utenti/viaggiatori. Inventata in Israele, funziona già a New York, Amsterdam, Barcellona, Tel Aviv, San Paolo e Toronto, dove l'hanno scaricata più di 300 mila persone, e da pochi giorni è disponibile anche in tre città italiane: Roma, Milano e Torino. Che fa? In pratica combina gli orari di autobus, treni e metropolitane e mostra tre possibilità per raggiungere una destinazione in poco tempo e col minor numero di cambi.

Una volta lanciata, Moovit registra la nostra posizione e utilizza i dati degli spostamenti per aggiornare gli altri viaggiatori sui tempi di arrivo. Sette opzioni pre-impostate ci permettono inoltre di segnalare un ritardo, una fermata affollata, la mancanza di pulizia di un autobus e il comportamento di un autista, ecc. Possiamo programmare il viaggio in anticipo o usarla in tempo reale. In entrambi i casi, Moovit ci guiderà per tutto il percorso mostrandoci le fermate e la strada per arrivare a destinazione una volta scesi dall'autobus o dalla metro.

Il concetto alla base è lo stesso di Waze , il navigatore Gps per cellulari che viene aggiornato in tempo reale dai suoi utenti: condividere le informazioni come unico, possibile antidoto al traffico. Applicarlo al trasporto pubblico significa meno ritardi, tragitti a piedi più veloci e attese meno lunghe alla fermata dell'autobus. "I social media stanno trasformando il modo in cui funziona il mondo, e ora possono essere utilizzati come forza per migliorare l'esperienza del trasporto pubblico", commenta Nir Erez, Ceo di Moovit. "Riteniamo che i passeggeri hanno il diritto di condividere le informazioni sulle loro corse, in modo che tutti ne possano beneficiare, ed arrivare a destinazione nel modo più breve e comodo possibile". E chissà che Moovit non riesca nell'impossibile: convincere gli italiani a trasformare le lamentele per il malfunzionamento dei mezzi pubblici in informazioni preziose per l'intera comunità.

© Riproduzione Riservata

Commenti