Smartphone & Tablet

I migliori smartphone economici del 2014 (per ora...)

Piccola guida all’acquisto sui migliori telefonini intelligenti sotto i 200 euro

Sono finiti i tempi in cui per comprare uno smartphone bisognava dilapidare mezzo stipendio o – tutt’al più – firmare una piccola cambiale con l’operatore. Grazie alla standardizzazione dei componenti e alla comparsa sul mercato di nuovi e agguerritissimi player, i telefonini intelligenti sono sempre più democratici. Basta dare una rapida occhiata ai listini per capire che al giorno d’oggi trovare un modello al di sotto della fatidica soglia dei 200 euro non è più un’impresa.

Qui di seguito un spaccato sintetico dei migliori smartphone economici presenti sul mercato, una classifica che verrà aggiornata nel corso dell’anno in base ai nuovi annunci e ai nostri personalissimi test sul campo:

1. Nokia Lumia 625 (199 euro)
Per fluidità, schermo e connettività è quanto di meglio ci si possa aspettare da uno smartphone al di sotto dei 200 euro. Pochi altri modelli sul mercato (anche al di sopra di questa fascia di prezzo) possono infatti vantare una reattività al tatto come questo Windows Phone firmato Nokia. Sugli scudi il display IPS da 4,7 pollici con tecnologia super-sensitive (significa che si può maneggiare anche coi guanti), ma anche processore (Snapdragon S4 da 1.2 GHz), supporto alle reti (l'LTE è di serie) e fotocamera (5 megapixel con flash Led) appaiono perfettamente calibrati. Limitata, invece, la capacita di memoria (8 Gb) anche se la presenza di un slot per memory card (micro SD) e un cloud alle spalle come Skydrive (7 Gb di spazio web disponibile gratuitamente) evitano spiacevoli sorprese. [Per saperne di più]

Nokia-Lumia-620_emb8.jpg

2. Motorola Moto G (199 euro)
Se vi piacciono gli smartphone Android ma non volete compromessi in termini di qualità costruttiva non avete molta scelta. Sotto questo profilo Motorola Moto G rappresenta la quadratura del cerchio fra connettività (LTE), qualità del display (4,5 pollici e 1280 x 720 pixel di risoluzione), velocità (processore quad-core, 1 GB di RAM) e prezzo finale (199 euro). Peccato davvero per la capacità di memoria: 8 GB senza possibilità di espansione. [Per saperne di più]

Motorola-Moto-G_emb8.jpg

3. Vodafone Smart 4G (199 euro)
Vodafone è stata fra le prime realtà in Italia a credere nello sviluppo del segmento low-cost, una tradizione confermata da questo Smart 4G, un terminale da 4,5 pollici (960×540 pixel la risoluzione) che come suggerisce il nome stesso fa della connettività spinta (supporto LTE, moduli Wi-Fi b/g/n con supporto di reti a 2.4Ghz, Bluetooth 2.1 con EDR, NFC e GPS) il suo punto di forza. Realizzato da Lenovo ma distribuito in prima persona da Vodafone, Smart 4G costa qualcosa di più rispetto alle proposte entry-level dell’operatore ma si tratta di una differenza ampiamente giustificato dall’ottimo livello complessivo delle risorse a disposizione. [Per saperne di più]

Vodafone-Smart-4G.jpg

4. Wiko Darkmoon (199 euro)
Sbarcata da poco anche in Italia, Wiko Mobile - azienda franco-cinese piuttosto conosciuta Oltralpe – si è già fatta notare per alcuni terminali low-cost che non sfigurano, sia esteticamente che sul piano delle prestazioni, dinnanzi ai modelli top di gamma dei principali player Android (leggasi Samsung, HTC ed Lg). Ne è un esempio l’eccellente Darkmoon, uno smartphone Android dual Sim leggerissimo (pesa poco più di 100 grammi) che piacerà soprattutto agli amanti delle applicazioni multimedia. Il display (da 4,7 pollici e 1280x720 pixel di risoluzione) e il processore (MediaTek Quad Core 1,3 GHZ) sono i pezzi pregiati di una dotazione che appare più che decorosa anche sul fronte imaging (fotocamera anteriore da 8 megapixel con flash LED, fotocamera frontale da 5 megapixel). Non eccelsa anche in questo caso la capacità di memoria (4 Gb), comunque espandibile attraverso l’innesto di schede micro SD.

Wiko-Darkmoon_emb8.jpg

5. Archos 50 Platinum (200 euro)
Se non fosse per la capacità di memoria (4 GB, fortunatamente espandibili) si farebbe fatica a considerarlo un telefono low-cost. Questo Android-phone firmato Archos offre infatti tutto quello che ci si potrebbe aspettare da uno smartphone al passo coi tempi, compreso un display da 5 pollici 960 x 540 pixel, un processore quad-core, una fotocamera da 8 megapixel e un sistema audio dual spaker + DTS Sound. In più il vantaggio di essere dual SIM, duinque utilizzabile con due schede di operatori diversi.

Archos-50-Platinum_emb8.jpg

6. Huawei Ascend G525 (199 euro)
Il colosso delle telco cinesi, marchio piuttosto conosciuto anche dalle nostre parti, ha fra le sue frecce anche questo interessante smartphone Android che ha molti punti in comune con l’Archos 50 Platinum (stesso processore Qualcomm quad-core, 1 GB di RAM) ma in un corpo dalle dimensioni più ridotte (4,5 pollici di diagonale). Come buona parte dei modelli Android di fascia bassa, anche l’Ascend G525 supporta la doppia Sim, di cui però solo una abilitata al 3G.

Huawei-Ascend-G525.jpg

7. Lg Optimus L5 II (181 euro)
Con la seconda generazione della sua personalissima “Serie L”, Lg ha raggiunto un equilibrio quasi perfetto fra dotazione e prezzo. La dimostrazione sta tutta in questo Optimus L5 II, terminale di mezzo della sua collezione 2013 che integra un display da 4 pollici (800 x 480 pixel di risoluzione), un processore dual core da 1 GHz, una fotocamera da 5 megapixel e una batteria da 1700 Mah. La memoria interna è di 4 Gb (di cui 2,7 a disposizione per l’utente) espandibili fino a 32 Gb mediante micro SD.

Lg-L5-II_emb8.jpg

8. Lumia 520 (129 euro)
Se i 199 euro del Lumia 625 vi sembrano troppi potete sempre ripiegare sulla versione più economica della collezione Windows Phone di Nokia: si scrive Lumia 520 ma si legge come il best seller dell’attuale portfolio della casa finlandese. Il prezzo stracciato (129 euro) non spiega da solo il successo di un terminale che fa della fluidità e della brillantezza (display da 4 pollici super-sensitive da 235 ppi) il suo punto di forza. Attenzione alla batteria, però: i 1430 mAh dell’unità in dotazione alla lunga potrebbero rivelarsi inadeguati, soprattutto se amate fate un grosso uso delle applicazioni multimediali.

Nokia-Lumia-520_emb8.jpg

9. Acer Liquid E2 Duo (199 euro)
Forse non tutti sanno che Acer, marchio piuttosto noto nel settore dei personal computer, si è gettata da qualche anno anche nell’arena dei dispositivi mobili. Con risultati tutt’altro che disprezzabili. Prova ne è questo Liquid E2 Duo, un terminale Android dual-Sim dalla dotazione tecnica ben calibrata e con un ottimo reparto audio. Fra le risorse un display IPS da 4,5 pollici (540×960 pixel), la doppia fotocamera (quella frontale è da 8 megapixel con flash a doppio Led) e il doppio altoparlante stereo. La batteria è di ben 2000 mAh.

Acer-Liquid-E2_emb8.jpg

10. Haier W716 (149 euro)
Non c’è trucco non c’è inganno: si può avere un vero smartphone anche a meno di 150 euro. La prova sta tutto in questo Android-phone dual-sim che pur senza eccellere sul piano prestazionale (migliorabile display, sensoristica e fotocamera) offre un’esperienza Android pressoché completa (la versione software è la stock 4.2.2 del sistema operativo di Google). Quasi tutta la componentistica - eccezion fatta per il processore Mediatek dual core - è firmata Haier.

Haier-W716_emb8.jpg
 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

I 10 migliori smartphone del 2013

Nel mercato dei telefonini intelligenti è ancora lotta a due fra Android e iOS. Ma i progressi di Nokia fanno crescere le quotazioni di Windows Phone

I 10 migliori tablet del 2013

Il dominio di Apple continua, ma alle sue spalle il mercato è più vivo che mai. Soprattutto nella categoria pesi piuma

Commenti