Smartphone & Tablet

Microsoft Surface RT o PRO, quale scegliere?

Tre motivi per preferire la versione ARM del tablet di Redmond e altrettanti per puntare su quella “professional”

Da ieri Surface PRO è disponibile ufficialmente anche in Italia. Per chi non lo sapesse, stiamo parlando della variante del primo tablet di Microsoft equipaggiata con la versione più ricca di Windows (la 8 PRO), la stessa per intenderci che viene installata anche sui PC. Una tavoletta quindi che malgrado le apparenze (sul piano prettamente estetico è pressoché identica al modello contrassegnato dalla sigla RT) punta decisamente più in alto.

Ma, Windows a parte, le differenze fra i due modelli sono davvero così marcate? In altre parole possiamo davvero dire che Surface PRO sia sempre e comunque una scelta migliore rispetto a Surface RT o si tratta di due lati della stessa medaglia da analizzare con molta attenzione?

Per capirne di più abbiamo cercato di mettere in evidenza i punti di forza dell’uno o dell’altro modello.

Prezzo: meglio Surface RT
Iniziamo da una considerazione banale. Nella sua versione base (da 32 Gb) Surface RT costa praticamente la metà della versione PRO (64 Gb): 487 euro contro 889 euro. Questo giusto per chiarire che siamo di fronte a due macchine profondamente diverse, anche per collocazione tariffaria.

Batteria: meglio Surface RT
La presenza di un’architettura più leggera (basata su processore ARM) fa di Surface RT una scelta più indicata per tutti coloro che puntano ad avere un tablet longevo. A conti fatti, l’autonomia dell'entry level di famiglia è praticamente doppia rispetto a quella garantita da Surface PRO; che paga il dispendio energetico necessario per alimentare un processore più potente e un display più brillante.

Peso: meglio Surface RT
Chi compra un tablet lo fa anche e soprattutto per ragioni di praticità. Il bello delle tavolette è che si trasportano facilmente, come un libro o poco più. In questo senso, Surface RT ha dalla sua un peso minore: 680 grammi contro 900 del fratello maggiore. Oltre 200 grammi di differenza, che per un tablet non sono pochi.

Risorse Hardware: meglio Surface PRO
Non è solo questione di sistema operativo. Le differenze fra Surface PRO e Surface RT sono evidenti anche sul piano della dotazione. Sotto questo profilo, i “muscoli” di Surface PRO appaiono decisamente più sviluppati: lo si capisce dal processore Intel Core i5 (la cui potenza bruta è senz'altro maggiore rispetto al pur valido Tegra 3 di RT), ma anche dal display (1920 x 1080 pixel di risoluzione contro 1366 x 768 pixel), dalla RAM (4Gb Vs 2Gb) e dagli slot a disposizione per la comunicazione (Usb 3.0 e Mini DisplayPort da un lato, Usb 2.0 e porta HDMI dall’altro).

Funzionalità Office: meglio Surface PRO
Ok ho comprato un tablet e ora cosa ci faccio? Scegliere Surface PRO significa mettersi nella condizione di avere un oggetto portatile in grado di replicare tutta l’esperienza d’uso del mondo desktop/notebook. C’è tutto o quasi quello che serve, a cominciare da Office, già preinstallato nella sua versione completa con tutti gli applicativi della suite, Outlook compreso. Più limitata la dotazione di Surface RT che dispone di una versione di Office (Home & Student 2013 RT) che comprende Word, PowerPoint, Excel e OneNote ottimizzati per il mondo tablet.

Applicazioni: meglio Surface PRO
Al di là di Office, Surface PRO permette di far girare tutti i programmi che fanno parte del mondo Windows (driver permettendo), da Photoshop all’applicativo per l'editing avanzato dei video, piuttosto che al software di ingegneria CAD. Insomma, per chi ne fa una questione (soprattutto) di lavoro, questa versione è praticamente una scelta obbligata. Tanto più se si considera che Surface Pro include il controllo dei criteri di sicurezza, funzionalità evolute per la protezione dei dati e permette la connessione a un dominio aziendale anche mediante Accesso Remoto.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Microsoft Surface RT: tre motivi per comprarlo e tre per non farlo

Ha un’interfaccia fluida e tante risorse (a cominciare dalle cover-tastiere) create ad hoc per chi vuole creare contenuti. Ma deve risolvere alcuni equivoci di fondo. Uno su tutti: ha senso comprare un tablet con un surrogato di Windows 8 come sistema operativo?

Commenti