Smartphone & Tablet

Lg G3: la video-prova

Lg Italia ci mostra in anteprima tutte le funzionalità del suo nuovo top di gamma

– Credits: Lg Electronics

Con l’arrivo del nuovo G3, Lg può dire di aver finalmente concluso quel percorso di avvicinamento verso il club della nobiltà telefonica. Il nuovo portacolori della casa coreana - disponibile anche in Italia dal mese di giugno - è infatti quel genere di terminale che punta a raccogliere consensi non solo fra gli aficionados della casa ma anche fra tutti quegli utenti che fino a l’altro ieri sceglievano un iPhone o un altro terminale di fascia molto alta.

Due aspetti nobilitano il pedigree del telefono: da un lato una serie di risorse tecniche di primissimo livello (su tutte il nuovo display QHD da 5,5 pollici e il nuovo processore quad-core) dall'altro un design mai così raffinato (almeno per gli standard di Lg). Il nuovo Lg G3 si presenta infatti con una scocca in plastica lavorata attraverso un particolare processo (metallic skin) capace di conferirle un sorprendente effetto metalliscente. Nel complesso uno smartphone decisamente piacevole da vedersi (e da toccare) e leggero malgrado le dimensioni piuttosto imponenti (5,5 pollici sono una misura più vicina a un phablet che non a uno smartphone convenzionale).

A livello hardware, il G3 rappresenta lo stato dell’arte delle tecnologie oggi disponibili su questo genere di device: lo schermo QHD (praticamente il doppio della risoluzione di un classico Full HD), il processore Qualcomm Snapdragon 801, la batteria (rimovibile) da 3000 mAh, la connettività Lte (150/50Mbps) e lo slot di espansione per l’aggiunte di schede di memoria fanno del nuovo portacolori coreano un oggetto che sul piano squisitamente tecnico non ha nulla da invidiare alla concorrenza. Ciò vale anche sul versante fotografico: grazie a un sensore da 13 megapixel, a un nuovo flash dual, allo stabilizzatore ottico integrati e al nuovo autofocus laser, il nuovo Lg G3 si presenta infatti come uno degli smartphone più attrezzati per conquistarsi le simpatie dei fotoamatori.

All’interno è evidente lo sforzo di razionalizzazione effettuato da Lg per mettere il nuovo G3 nelle condizioni di essere facilmente “compreso” anche da chi non ha particolare dimestichezza con le tante risorse di Android. Il sistema operativo (Android Kit Kat) non è stato comunque stravolto. La differenza principale rispetto ai terminali equipaggiati con la versione stock della piattaforma del robottino verde la fanno alcune applicazioni mirate. Ad esempio smart notice una sorta di assistente virtuale che avvisa e "consiglia" l’utente in base agli eventi passati e futuri recepiti dallo smartphone e una tastiera intelligente che apprende dall'esperienza di digitazione e che all’occorrenza può essere ingrandita o rimpicciolita manualmente.

In questo video Raffaele Cinquegrana, Product Manager di Lg Italia, ci spiega nel dettaglio quali sono tutte le novità del G3.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti