Motorola è tornata. Ritornando di fatto sui suoi passi, Lenovo ha resuscitato il brand che essa stessa aveva oscurato nel 2015, qualche mese dopo cioè l’acquisto da Google. Per la società cinese, si tratta evidentemente, di un marchio che ha ancora molto da dire, e non solo agli utenti di vecchia data.

Ne è convinto anche Daniele De Grandis, intervenuto in occasione della presentazione della nuova famiglia di prodotti marchiati con la leggendaria M ad ali di gabbiano: "Motorola è un brand iconico, che è stato capace di rinnovarsi nel corso dei suoi 40 anni di storia", ha spiegato il General Manager del Mobile Business Group di Lenovo alla stampa italiana. Sottolineando, fra le altre cose, il percorso di armonizzazione che in questi due anni ha portato i due marchi a fondersi in unica entità.

Moto Z2 Play, Lenovo insiste sul telefono modulare

Il primo frutto maturo di questo nuovo corso è il Moto Z2 Play, erede di quello che è stato probabilmente lo smartphone più originale dello scorso anno. L’idea di fondo non è mutata: Moto Z2 Play è come il suo predecessore un dispositivo modulare, in grado cioè di essere arricchito con alcuni accessori ad attacco magnetico (i cosiddetti MotoMods).

A cambiare sono semmai alcuni dettagli estetici e funzionali. Il nuovo Moto Z2 Play si presenta infatti alleggerito e “ristretto”: i 5,99 millimetri di spessore (per 145 grammi di peso) non saranno forse un record nella categoria ma rappresentano comunque un caso eccezionale.


null

– Credits: null

Più convenzionale, ma non per questo trascurabile, la dotazione interna del dispositivo che prevede un display Super Amoled Full HD da 5,5”, un processore octa-core da 2,2GHz (Snapdragon 626), 4 giga di RAM e 64 GB di memoria fisica espandibile mediante schede microSD.

Batteria e fotocamera

La cura dimagrante cui è stato sottoposto lo Z Play di seconda generazione si riflette sulla grandezza e dunque sulla capacità della batteria, che passa dai 3.510 mAh del vecchio modello ai 3.000 mAh del nuovo. Sul piano dell’autonomia, però, non dovrebbero esserci ripercusioni evidenti: il nuovo Moto Z2 Play promette infatti 30 ore di durata ininterrotta, ma soprattutto assicura tempi di ricarica al fulmicotone grazie al nuovo Turbo Charger in dotazione: bastano 15 minuti attaccati alla presa di corrente, assicura Lenovo, per consentire al dispositivo di tirare avanti per circa 8 ore.

Per quanto riguarda la dotazione fotografica, il nuovo Moto Z2 Play mette sul piatto un obiettivo equipaggiato con un nuovo sensore da 12 megapixel (f/1.7) con autofocus laser e tecnologia dual pixel; il salto in avanti rispetto al passato dovrebbe evidenziarsi proprio a livello di messa a fuoco, che secondo quanto rivelato dalla casa si spingerà fino a distanza tre volte superiori rispetto alla media dei telefoni in commercio.

null

– Credits: null

Un rinnovamento più leggero investe anche la fotocamera frontale, costruita intorno a un sensore da 5 MP, f/2.0 da 1.4 µm di dimensioni del pixel, con flash dual-LED (dual tone) e supporto ai video 1080p.

Prezzo e nuovi MotoMods

Il nuovo Moto Z2 Play debutta nel nostro paese a un prezzo di 499 euro. Con il telefono arrivano anche i nuovi MotoMods, i moduli con attacco magnetico che - come detto in apertura - consentono ai dispositivi della famiglia “Z” di espandere le proprie funzionalità.

null

– Credits: null

Fra le nuove unità vale la pena sottolineare Moto GamePad, un controller con batteria integrata che trasforma lo smartphone in una vera e propria console portatile, il diffusore musicale JBL SoundBoost 2 (ora resistente all’acqua), Moto TurboPower Pack, un battery pack che, attaccato alla schiena del telefono ne aumenta l'autonomia di circa un giorno, e Moto Style Shell, il modulo per la ricarica wireless.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti