Kobo apre
Smartphone & Tablet

Kobo Aura H2O, la nostra prova in anteprima

Sottile, leggero, ha uno schermo di grande qualità e il pregio di non temere l'acqua. Così si può continuare a leggere in bagno o in piscina

Basta una semplice occhiata alla sua elegante scatola e una rapida riflessione sul suo nome per capire qual è il punto di forza del nuovo eReader targato Kobo: l’Aura H20, ritratto mentre si tuffa nell’acqua, non teme il liquido per eccellenza. È impermeabile per un massimo di trenta minuti fino a un metro di profondità. «Ma diciamo che i parametri non sono così rigorosi. Senza esagerare, ci si può spingere un po’ oltre» assicura Fabian Gumucio, marketing manager di Kobo a Panorama.it, che ha avuto la possibilità di provare il lettore in anteprima.

Evoluzione del fortunato Kobo Aura HD, e di fatto nuovo modello di punta dell’azienda canadese, ne mantiene il design curato, lussuoso, piacevole al tatto, grazie anche a un materiale più caldo sul retro che restituisce una lieve sensazione di morbidezza. È spesso 9,7 millimetri, pesa 233 grammi, insomma tenerlo a lungo con una mano soltanto non stanca affatto. Ma oltre ai muscoli del braccio, sono soprattutto gli occhi a ringraziare: da acceso l’eReader sfoggia il suo vanto. Uno schermo da 6,8 pollici (quanto basta per non rischiare di accecarsi e non dover cambiare pagina ogni dieci secondi per via di caratteri troppo grossi) con una risoluzione da 1430 x 1080 e 256 dpi.

Per i profani, siamo nel terreno di un tablet di buon livello. Il display è basato sulla cosiddetta tecnologia E Ink Carta, che migliora il contrasto e la visibilità, avvicinando il più possibile la resa a quella di un libro tradizionale. In effetti, accostando una pagina stampata con una visualizzata sul dispositivo, si può apprezzare l’effetto. Con il bonus di una luminosità regolabile con un veloce passaggio del dito, perché si possa continuare a leggere di notte, in penombra o in zone al buio o quasi. Lo schermo inoltre è antiriflesso, così da rimanere fruibile pure quando il sole si dà da fare e le icone dello smartphone sono pressoché indistinguibili.

 «Il bianco e nero è davvero profondo. La qualità è la migliore in assoluto disponibile sul mercato» fa notare Gumucio, che non si scompone quando gli si chiede se è il caso di arrivare nei negozi dopo l’estate con un prodotto che fa dell’impermeabilità la sua caratteristica più di rottura rispetto ai modelli precedenti: «Più che waterproof è lifeproof. Vogliamo offrire ai nostri consumatori un oggetto che possa consentire loro di continuare a leggere in tutte quelle situazioni ad alto tasso di bagnato come la cucina o il bagno. Oltre che in piscina e in spiaggia, certo. Inoltre è a prova di polvere». In effetti, dopo i primi giorni d’uso, si perde quel timore che si ha con la tavoletta o il telefonino, non si fa più caso dove si appoggia l’eReader. Che se finisce in un punto dove ci sono piccoli schizzi d’acqua o non proprio pulitissimi, non si scompone affatto.

210035

Kobo raccomanda di asciugare lo schermo dopo che si è bagnato, meglio con un panno liscio. Lo farete in automatico, visto che troppe gocce tendono a disturbare la lettura. Che può andare avanti fino a due mesi senza una ricarica. Il dato è riferito a un uso di trenta minuti al giorno senza collegarsi al Wi-Fi, ma l’autonomia è sembrata generosa anche stressandolo un po’. E soprattutto, non vi aggancerete così spesso alla rete una volta caricato il vostro archivio di titoli o fatto shopping nel negozio digitale, dove le proposte spaziano anche tra fumetti e contenuti per ragazzi arrivando a 4 milioni.

Il cervello di Aura H20 è molto capiente: ha 4 giga di memoria («significa circa 3 mila libri» ricorda Gumucio) espandibili di altri 32 giga grazie a una scheda microSD. Se conoscete il mondo Kobo, ritroverete tutte le funzioni che avete imparato ad apprezzare. I segnalibri, il dizionario integrato, la possibilità di evidenziare passaggi e scrivere brevi note, i consigli paralleli in linea con le vostre preferenze, il tempo di lettura rimanente. Le dimensioni, la nitidezza e lo spessore dei caratteri tutti aggiustabili, per perfezionare al dettaglio l’esperienza d’uso.

Il dispositivo è disponibile dall’1 ottobre a un prezzo consigliato di 179,99 euro. Non poco, è vero, ma come l’Aura HD ha un posizionamento lussuoso tanto per il design quanto per le prestazioni, le caratteristiche tecniche e la resa dello schermo. «Si tratta della nostra proposta di punta per il Natale» dice Gumucio. Un regalo indovinato per chi ama letture di qualità su un eReader di pregio, che non si stanca quasi mai, non ha paura dei maltrattamenti, è a prova di ogni ambiente della casa e non disdegna una gita in piscina, in una Spa o, quando sarà stagione, fino al mare. 

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Kobo: inizia l'era del colore

La casa canadese, partner Mondadori in Italia, ha lanciato tre tablet Android a colori e un nuovo reader eBook. Leggere libri, fumetti e riviste sarà tutta un'altra storia

Kobo Arc, la nostra prova

Funziona molto bene l'equilibrio tra le funzioni esclusive del tablet e le potenzialità aperte di Android

Commenti