Smartphone & Tablet

La strana storia della ragazza uccisa dal proprio iPhone 5

Sul sito cinese Sina Weibo è apparsa la denuncia di una ragazza che sostiene sua sorella sia rimasta folgorata mentre utilizzava un iPhone 5 in carica. Mentre la notizia scuote il mondo dell'hi-tech, Apple avrebbe già contattato la famiglia per esprimere le proprie condoglianze

iPhone 5 caricamento

– Credits: stitchohana @ Flickr

La storia che sta facendo il giro del continente asiatico è la seguente:

Ma Ailun è una ragazza cinese di 23 anni, vive nella regione di Xinjiang, fino a poco tempo fa era un'assistente di volto e il prossimo 18 agosto si sposerà con l’uomo della sua vita. Ma Ailun ha un iPhone 5, è giovedì, lo ha messo in carica da poco, a un certo punto lo prende in mano senza staccarlo dal caricatore e nel giro di qualche minuto prende una terribile scossa che la lascia a terra stecchita.

Potrebbe essere una storia vera come una colossale panzana: è la storia che ha raccontato la sorella della presunta vittima utilizzando il suo account Sina Weibo (una sorta di equivalente cinese di Twitter), chiedendo a gran voce una spiegazione da parte di Apple e sconsigliando a tutti gli utenti di utilizzare il proprio iPhone mentre è ancora in carica.

Le probabilità che la storia di Ma Ailun sia soltanto una fumosa bufala sono ancora alte, le uniche notizie di prima mano sono infatti quelle riportate da alcune testate online cinesi che riportano le testimonianze dei familiari, i quali assicurano che Ma Ailun è rimasta folgorata mentre utilizzava un iPhone 5 in carica. Ad avvalorare però l’ipotesi che la notizia abbia un fondo di verità sono le notizie secondo Apple avrebbe contattato la famiglia.

Siamo profondamente abbattuti nell’apprendere di questo tragico incidente e offriamo le nostre condoglianze alla famiglia” sono le parole di un portavoce Apple riportate dal South China Morning Post “Investigheremo a fondo sull’accaduto e coopereremo con le autorità riguardo a questa vicenda.”

La notizia ha subito fatto il giro della rete rimbalzando da un social network all’altro e conquistando pagine e pagine sulle testate online del continente asiatico. C’è chi già ne approfitta per ricordare l’enorme disponibilità di prodotti Apple contraffatti sul mercato nero cinese (ma la famiglia assicura che l’iPhone 5 di Ma Ailun fosse regolarmente acquistato e ancora in garanzia), chi invece coglie l’occasione per informare che è buona pratica non utilizzare mai dispositivi elettronici mentre sono in carica (tra cui alcuni professori universitari ).

Rimaniamo in attesa di nuovi sviluppi, e soprattutto, di eventuali chiarimenti da Cupertino.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti