Smartphone & Tablet

L'iPhone diventa il cruscotto di uno scooter elettrico

Il modello A4000i della giapponese Terra Motors ha un connettore per lo smartphone della Apple. Così il melafonino può fornire informazioni utili durante la guida

La logica è inversa rispetto ai vari diffusori che, una volta collegati al melafonino, pescano nella sua libreria musicale e la riproducono a tutto volume. Qui è l’iPhone a prendere le informazioni da un oggetto e a mostrare sullo schermo una serie di dati e dettagli, fondamentali per chi lo sta utilizzando. Se poi si aggiunge che l’oggetto in questione è uno scooter elettrico, il discorso si fa ancora più interessante.

L’intuizione è venuta a una casa giapponese, la Terra Motors, che ha deciso di equipaggiare un suo modello, l’A4000i, con un connettore per lo smartphone di Cupertino. Che tramite una serie di app e di software, alcuni ancora in via di sviluppo, è in grado di mostrare al guidatore qual è il consumo di elettricità in base alla velocità, all’irruenza e al modo di portare il mezzo; quanta autonomia rimane alla batteria e un corollario di altri elementi utili, per esempio il percorso da fare per raggiungere la propria destinazione.

Il punto è che questo abbinamento tra scooter e telefonino non è un vezzo, né un effetto speciale di poco conto perché nella logica del costruttore il cellulare di Cupertino diventa un elemento fondamentale, un sostituto interattivo e hi-tech del cruscotto che anzi, di fatto, è solo accennato.

Il prodotto è pensato soprattutto per il mercato asiatico e, secondo Terra Motors, potrà superare i 100 mila pezzi venduti entro la fine del 2015. Perché da un lato solletica la coscienza green degli utenti: è alimentato da una batteria al litio che ha un’autonomia di 50 mila chilometri e con un uso urbano quotidiano per ricaricarlo si spendono poco più di 20 euro all’anno, un’inezia; dall’altro fa leva su un elemento hi-tech potenzialmente infinito. Al di là delle funzioni di base, infatti, presto ne potranno essere aggiunte sempre di nuove. E se anche così non fosse l’A4000i dà la possibilità di avere sempre a portata di dito il proprio gadget preferito.

Non chiediamoci se riuscirà effettivamente a prendere piede in quanto scooter a batteria, visto solo in Cina ogni anno vengono venduti circa 30 milioni di bici elettriche, dunque il settore è ampiamente ricettivo. Domandiamoci piuttosto se il prezzo potrà essere una barriera, visto che si tratta di spendere circa 3.500 euro per un piccolo mezzo di trasporto pensato per spostamenti tutto sommato limitati. Dalla sua ha il fatto che la batteria è estraibile e può essere ricaricata ovunque, in casa o in ufficio, dunque teoricamente dilatandone l’autonomia anche durante trasferimenti intermedi.

Di sicuro lo scooter A4000i ha già un primato niente male: è l’accessorio per iPhone più grande e veloce di sempre.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti