Smartphone & Tablet

L’iPhone 6 arriverà in due versioni: ecco le differenze

Un Melafonino da 4,7 pollici e l’altro, ancora più grande, da 5,5: la Mela è pronta a lanciare la sfida alla concorrenza, soprattutto di stampo Android

Un concept ci mostra le differenze fra l'attuale iPhone 5S e i due nuovi modelli da 4,7 e 5,5 pollici – Credits: Martin Hajek

Apple è pronta a far debuttare il nuovo iPhone 6 in due differenti versioni, una da 4,7 e l’altra da 5,5 pollici. L’ennesima conferma arriva dal Wall Street Journal , che si sbilancia addirittura sulle unità che Cupertino avrebbe richiesto ai fornitori asiatici per riuscire a soddisfare la domanda nei primi mesi di commercializzazione: fra 70 e 80 milioni di pezzi (complessivamente, fra iPhone 6 da 4,7 pollici e 5,5 pollici) entro la fine dell’anno.

Se queste stime dovessero tradursi in vendite, potrebbe trattarsi del miglior debutto di sempre per un modello di iPhone. Lo scorso anno - giusto per fare qualche raffronto - Apple piazzò nei primi tre mesi di vita dei nuovi iPhone 5S e 5C circa 50/60 milioni di unità in tutto il mondo.

PERCHÈ APPLE HA BISOGNO DI UN iPHONE EXTRA-LARGE
L’ottimismo della Mela è giustificato dalla grande attesa che suscita da sempre l’idea di un iPhone di dimensioni maggiorate. Apple, lo ricordiamo, è l’unica società fra i grandi produttori di smartphone che non ha ancora esplorato le potenzialità dei dispositivi dal grande schermo, un'opzione che in alcuni Paesi (in particolar modo dell’area asiatica) è particolarmente gradita. Lo dimostra il successo che stanno riscuotendo tutti quei modelli - a marchio Samsung, Lg, Lenovo e Huawei - nati col preciso scopo di offrire un’esperienza simil-tablet.

LA SPINTA DI iOS 8
Apple, inoltra, confida sul fatto che le modifiche inserite su iOS 8 [tutto sul nuovo sistema operativo di Apple] possano convincere sempre più utenti, oggi alla concorrenza, a venire dalla sua parte. Le estensioni sulle tastiere, l’innesto delle notifiche attive, i widget e soprattutto l’apertura delle API, promettono in questo senso di semplificare la vita a chi (soprattutto nel mondo Android) si è ormai abituato a certe “comodità”.

PIÙ GRANDE MA ANCHE PIÙ DOTATO
Resta ancora da capire quali saranno - dimensioni a parte - le differenze fra i due iPhone. Secondo le indiscrezioni, il Melafonino da 5,5 pollici integrerà un display con risoluzione più alta (1920 x 1080 pixel) e con vetro in zaffiro, un materiale sul quale Apple sta investendo parecchio per via delle sue intrinseche qualità di resistenza agli urti. Il più grande fra i due iPhone sarà inoltre dotato di una batteria più capiente (il che non significa necessariamente che avrà una migliore autonomia) e di uno stabilizzatore ottico integrato nella fotocamera.

Il nuovo iPhone 6 verrà presentato con ogni probabilità verso la metà del mese di settembre.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

iPhone: il futuro è in taglia L (e XL)

Bloomberg rivela: nei piani di Apple ci sono due nuovi Melafoni con display maggiorati (e ricurvi) da 4,7 e 5,5 pollici. E intanto si lavora su nuovi materiali sensibili alla dinamica del tocco

Commenti