4372754250_e0ee7a3629_o
Smartphone & Tablet

iPad Pro sarà la risposta di Apple al Surface Pro 3

Nuove indiscrezioni sull'iPad extralarge. Apple ha bisogno di un tablet di fascia alta per contrastare Surface Pro 3

Se è vero, come qualcuno continua a preconizzare, che i tablet (e gli smartphone) sono destinati a rimpiazzare i PC di qui ai prossimi anni, allora Apple ha già pronta una carta per giocarsi la partita al meglio.

Mentre il Surface Pro 3 di Microsoft continua a macinare consensi, riproponendo la ricetta dell’ibrido tablet-laptop, continuano a spuntare nuove indiscrezioni sull’atteso iPad Pro, la ricetta di Apple per arginare l’emorragia di vendite di iPad registrata negli ultimi mesi.

Stando a un report del sito giapponese Makotakara (solitamente affidabile in fatto di rumor), il futuro iPad Pro avrà un display da 12,2 pollici (non più da 12,9 come previsto in passato), avrà uno spessore di circa 7 mm (una misura compresa tra quello del nuovo iPhone 6 e quello del 6 Plus), superiore a quello del nuovo iPad Air 2, che può vantare soli 6.1 millimetri, ma nettamente inferiore ai 9 mm di un Surface Pro 3.

A quanto pare, inoltre, iPad Pro sarà dotato di due coppie di speaker e microfoni posizionati nella parte superiore e inferiore del dispositivo per poter ottenere una qualità stereo.

Se il momento delle conferme non arriverà prima di alcuni  mesi, dal momento che a quanto pare Apple non sembra aver fretta di lanciare sul mercato la sua risposta al Surface Pro 3, i tempi sono maturi per fare speculazioni. Se infatti Apple si appresta a sfornare un nuovo iPad extralarge, allora è probabile che la nuova creatura vedrà la luce insieme a diverse novità per il sistema operativo, tra cui un supporto per il multitasking e una serie di productivity app che rispondano alle esigenze di quegli utenti che nell’iPad vedono (per l’appunto) un candidato sostituto per il proprio laptop.

Un display da 12,2 pollici del resto renderebbe piuttosto difficile utilizzare l’iPad Pro come un normale tablet, è dunque possibile che Apple stia lavorando a una nuova soluzione per il dilemma tablet-laptop.

Se Microsoft ha ormai imboccato a tavoletta la strada verso la ristrutturazione del concetto di laptop basata sull’integrazione di elementi di stampo mobile, Apple ha bisogno di un approccio più originale, che sappia convincere l’utenza più esigente ad alleggerirsi le tasche per prodotti di fascia alta capaci di offrire esperienze di utilizzo fuori dagli schemi.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti