Smartphone & Tablet

iPad Air o iPad Mini Retina? Questione di centimetri

I gemelli diversi di Apple alla prova su “strada”: ecco qual è il tablet migliore (a seconda degli usi)

C’eravamo lasciati all’indomani della presentazione della nuova collezione iPad con una domanda o, meglio, un dubbio amletico: meglio un iPad Air o un iPad Mini con display Retina ?

Ci ritroviamo oggi a distanza di più di un mese – ma soprattutto dopo aver provato sul campo entrambi i modelli – a dare quella che è probabilmente l’unica risposta plausibile dinnanzi a un quesito di questo tipo. E cioè: non si può davvero stabilire qual è il miglior tablet fra i due semplicemente perché si tratta di due gemelli separati alla nascita. L’unica vera differenza – prezzo a parte – la fanno gli ingombri (dimensioni e peso).

Qui di seguito, quindi, non vi parleremo di pixel, megapixel, processori, RAM e di tutte quelle altre piccole e grandi diavolerie che fanno di un prodotto un gadget hi-tech. Non lo faremo semplicemente perché il tabellino delle caratteristiche tecniche è sostanzialmente identico, come si può vedere da questa comparativa . No, in questo approfondimento vi parleremo d’altro. Vi parleremo del perché e del per come l’iPad Air e l’iPad Mini Retina, pur essendo oggetti così simili, possono avere impieghi differenti. Insomma, visto che in questo caso le dimensioni contano cercheremo di capire in quali casi è più indicato utilizzare un tablet piuttosto che un altro.

IN CASA
Fra le mura domestiche la partita è sostanzialmente patta. Sia l’iPad Air che l’iPad Mini Retina rispondono bene alla principale esigenza dei casalinghi digitalizzati: avere fra le mani uno strumento pratico e always-on da consultare al volo, sul divano, in cucina, in balcone e in qualsiasi altro dove è impossibile (o sconsigliabile) ricorrere a un computer fisso. Il Mini, è vero, è un oggetto più trasportabile, ma anche l’iPad Air si difende bene in quanto a praticità: con una buona apertura pollice-indice si può persino tenerlo a una mano.

iPad-Air-Mini-spessore_emb8.jpg

FUORI CASA
I due pollici di differenza in meno si fanno sentire. Mentre l’iPad Air – seppur nella sua iper-compattezza - ha comunque bisogno di una valigetta o di una borsa formato A4 per il trasporto, l’iPad Mini Retina è un oggetto che si può tranquillamente riporre in qualsiasi scomparto del vostro guardaroba, che sia una pochette piuttosto che il tascone interno di un giaccone. Persino la tasca posteriore di un paio di jeans può bastare.

iPad-Mini-jeans_emb8.jpg

AL LAVORO
Se utilizzate il tablet per scrivere, mostrare presentazioni, navigare sul Web la scelta è obbligata: i quasi 10 pollici del grande iPad (lo sosteneva persino Steve Jobs) rappresentano il compromesso perfetto per avere un’esperienza d’uso che sia al tempo stesso comoda e compatta. L’iPad Mini Retina non sfigura, intendiamoci, la sapiente profilatura della cornice consente al piccolo di casa Apple di essere più grande di quello che sembra. Ma se i vostri polpastrelli non sono propriamente quelli di un pianista potreste avere qualche difficoltà ad adattarvi alle dimensioni di una pagina Web o alla tastiera virtuale del Mini, specie in modalità portrait.

Air-2-Mini_emb8.jpg

IN VACANZA
Per una vacanza stanziale un dispositivo vale l’altro: sia l’iPad Air che l’iPad Mini Retina sono due oggetti che stanno comodamente in valigia. Ma se amate i viaggi avventurosi, quelli in cui ogni giorno corrisponde a una nuova meta, l’iPad Mini Retina ha sicuramente una marcia in più. Ve ne rendete immediatamente conto quando passate da un aeroporto all’altro, quando preparate lo zaino per l’ennesima escursione, quando si tratta di fare una foto (ammesso che siate fra quelli che utilizzano il tablet anche per fare le foto). In più, l'iPad Mini Retina può vantare un'autonomia leggermente migliore rispetto a quella del fratello maggiore: questione di poche tacche, comunque preziose quando si è lontani da una fonte di corrente.

iPad-Air-valigia_emb8.jpg

PER GUARDARE UN FILM O UN CONTENUTO MULTIMEDIALE
La presenza di un display Retina garantisce ad entrambi i dispositivi una qualità d’immagine molto elevata. Anzi, sul piano squisitamente tecnico, il display dell’iPad Mini avendo una superficie minore da coprire può garantire una maggior densità di pixel. Ma sul piano della pura esperienza d’uso, l’iPad Air è decisamente più gratificante. Il motivo? Lo stesso per cui un TV da 40 pollici è più cinematografico di uno da 30 pollici.

ipad-Air-mini-portrait_emb8.jpg

CONCLUSIONI
Se a livello di prestazioni i due tablet sono pari, sul piano degli impieghi le differenze si sentono. L’iPad Air ha la meglio laddove conta avere un’esperienza sul grande formato o semplicemente più comoda (scrivere, mostrare presentazioni, guardare un film o un contenuto multimediale). Negli impieghi outdoor, però, l’iPad Mini Retina sembra avere una marcia in più. Posto che la differenza di prezzo (90 euro per la versione di accesso) non ci sembra una discriminante influente, saranno dunque gli usi e i costumi degli utenti a decretare la scelta.

iPad-Air-Mini-back_emb8.jpg
 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

iPad Air o Mini? Una scelta difficile

Apple ha ridotto all’osso le differenze fra i due tablet: in termini prestazioni, ma anche di portabilità e prezzo. All’utente, ora, l’ardua sentenza

Commenti