Smartphone & Tablet

iPad 5, sarà più piccolo ma più potente

Come rendere più maneggevole un iPad senza sacrificare lo schermo? Jeremy Horwitz dice di aver toccato con mano l'iPad 5, sarà un 9,7 pollici con cornice ridotta al minimo, più sottile e con prestazioni ancora migliori del predecessore

Apple 2013 hajek

– Credits: Martin Hajek

Ora che le indiscrezioni sull’infornata di futuri iPhone si è leggermente raffreddata, gli occhi e le orecchie degli appassionati del mondo tablet e smartphone sono puntati in una direzione ben precisa: il futuro dei tablet Apple. Già si è cominciato a parlare di iPad mini 2, ma a creare la maggiore attesa è sempre lui, la tavoletta digitale per eccellenza, l’iPad.

Per dare un’occhiata in anteprima al futuro iPad, oggi siamo costretti a utilizzare gli occhi di Jeremy Horwitz, editor capo presso iLounge, il quale afferma senza tema di smentita di aver avuto il privilegio di toccare con mano la nuova incarnazione del tablet made in Cupertino.

Innanzitutto” dice Horwitz “è molto più piccolo di quanto chiunque avrebbe creduto possibile: immaginatevi uno schermo da 9,7 pollici senza margine sinistro o destro, e solo lo spazio minimo sopra e sotto lo schermo per piazzare elementi obbligatori come la fotocamera e l’home button. Oltre a questo, è anche nettamente più sottile, il che in parole povere significa che l’iPad di quinta generazione sarà più piccolo dei propri predecessori sotto ogni punto di vista.”

Volendo dare importanza ai numeri, dunque, pare che con l’iPad 5 (posto che così si chiami), Apple intenda operare un cambio di rotta simile a quello che l’iPhone 5 ha rappresentato per il comparto smartphone. Laddove l’iPhone 5 aveva infranto il tabù secondo cui un melafonino non potesse avere un display da 4 pollici, l’iPad 5 potrebbe infrangere il supposto tabù che vorrebbe l’iPad come un monolite di culto dalle fattezze immutabili.

Ora, a parte che questo tabù è già stato mandato in frantumi con il lancio (e il conseguente, enorme successo) dell’iPad mini, se davvero l’iPad 5 sarà l’equivalente tablet di un paio di occhiali senza montatura, non sarà certo questo il suo asso nella manica. Certo, le dimensioni contano, e il recente successo di tablet ristretti suggerisce un’inclinazione dell’utenza verso dispositivi più maneggevoli, ma a rendere prezioso l’iPad 5 descritto da Horwitz non sarà tanto la silhouette snella, quanto il suo contenuto.

Per garantire prestazioni simili o superiori a quelli del precedente iPad riducendo lo spessore del dispositivo, è necessario utilizzare una tecnologia differente per lo schermo (o per la batteria). Secondo Horwitz questa tecnologia consiste in un display IGZO di ultima generazione. Si parla da tempo di come Apple stia lavorando all’introduzione di nuovi display IGZO prodotti da Sharp nei propri prodotti. Qualche settimana fa si era pure ipotizzato che il nuovo iPad con schermo IGZO sarebbe stato pronto per marzo, ora la data più probabile sembra essere ottobre 2013, e il ritardo potrebbe essere dovuto proprio ai problemi che Sharp ha affrontato negli ultimi tempi a livello finanziario.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

iPad 2, 4 o mini: quale scegliere?

Con l’uscita anche in Italia del nuovo iPad mini, gli utenti possono ora scegliere fra 14 diverse varianti di tablet. Ecco un piccolo vademecum per orientarsi nella rinnovata offerta Apple

Commenti