Huawei P9 Lite
Smartphone & Tablet

Huawei P9 Lite, perché potrebbe essere un successo

Anche senza la doppia fotocamera Leica, il nuovo portacolori cinese si conferma – anche nella sua versione alleggerita – un modello molto equilibrato

Dopo l’annuncio del P9 e del P9 Plus, Huawei è pronta a immettere sul mercato il terzo elemento della sua collezione primavera-estate: si tratta del nuovo P9 Lite, versione alleggerita, nelle funzionalità e nel prezzo, dell’ormai noto Android Phone creato in collaborazione con Leica.

La partnership con il popolare marchio tedesco della fotografia professionale – lo diciamo subito a scanso di equivoci – non è stata qui replicata: il P9 Lite integra una fotocamera apprezzabile (l’obiettivo principale si basa su una lente grandangolare da 28mm con apertura pari a f/2.0) ma priva di quei dettagli raffinati (su tutti il doppio obiettivo) che caratterizzano il modello standard del telefono. 

 

Un 5,2 pollici ben costruito
È questa la rinuncia più evidente di un dispositivo che per il resto non si discosta troppo dal fratello maggiore: il P9 Lite resta un telefono sottile (7,5 millimetri) e ben rifinito (i bordi sono in metallo), costruito intorno a un display da 5,2 pollici Full HD.

Piuttosto ricca anche la dotazione base del telefono che prevede, fra le altre cose, un lettore di impronte digitali (Fingerprint Sense 2.0), una fotocamera anteriore da 8 megapixel, 16 Gb di memoria (espandibile) e una batteria da 3000 mAh.

Un cuore (anzi otto) generoso
A livello prestazionale, Huawei si affida all’ormai collaudato chipset di casa (Kirin), qui configurato con un processore octa-core (650) e 3 “giga” di RAM.

Quanto alla parte “radio”, il P9 Lite pur senza toccare i picchi dei modelli top di gamma garantisce una qualità e una velocità di connessione connettività più che rassicurante, sia su hotspot (c’è il supporto al Wi-Fi WiFi: 802.11 b/g/n con WiFi Direct), che su rete cellulare (fino a 150Mbps in download su network LTE).

Marsmallow ed EMUI 4.1 sono di serie
Nessun “taglio” è stato operato a livello software: il P9 Lite arriva già aggiornato al’ultima versione di Android (la 6.0, Marshmallow) e con la più recente delle personalizzazioni Huawei (EMUI 4.1). Ciò garantisce la compatibilità con tutte le ultime funzionalità del mondo Huawei, compresa la possibilità di modificare le foto con filtri colore ed effetti, o registrare i video in time-lapse o al rallentatore.  

Ma le notizie migliori arrivano sul fronte dei prezzi: Huawei P9 Lite sarà proposto in italia con un cartellino suggerito di 299 euro, un prezzo che pare perfettamente centrato con le necessità di tutti coloro che vorrebbero un telefono nuovo ma senza spendere follie.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti