P8 Lite
Smartphone & Tablet

Huawei P8 Lite: la virtù sta nel prezzo

Nella forma è la versione low-cost del nuovo smartphone della casa cinese. Ma nella sostanza c’è un progetto che si fatica a giudicare di seconda classe

Dopo l’annuncio dello scorso mese, Huawei P8 è pronto a fare il suo debutto ufficiale nelle catene di elettronica e nei listini degli operatori. Come abbiamo avuto modo di raccontarvi in occasione dell’evento di lancio, il nuovo smartphone top di gamma della società cinese si presenta con alcune interessanti funzionalità sotto il cofano che vanno a migliorare in maniera sostanziale la già ricca dotazione del “vecchio” P7: c'è un display Full HD da 5,5 pollici, un processore proprietario octa-core, una fotocamera stabilizzata da 13 megapixel e tante piccole sciccherie a livello software.

Tutte le caratteristiche salienti del nuovo Huawei P8


Rispetto allo scorso anno c’è però anche una novità meno gradita agli utenti Huawei di lungo corso: il prezzo. I 499 euro richiesti dalla casa cinese per l’acquisto del suo nuovo portacolori, pur senza arrivare alle cifre monstre della concorrenza americana e coreana (leggasi Apple e Samsung), rappresentano un ulteriore balzello in avanti rispetto alla precedente offerta “P”. Segno evidente che anche in Cina si guarda con interesse al rialzo dei profitti.

Per evitare ripercussioni (negative) sullo zoccolo duro della sua customer base - quella per intenderci che va alla ricerca di prodotti da 150 ai 300 euro - Huawei ha annunciato, parallelamente al P8, anche una variante low cost del terminale. Si chiama P8 Light e si presenta come una versione ristretta - nelle dimensioni, nelle funzionalità e appunto nel prezzo - del freschissimo smartphone ammiraglia della società del fiore di Loto.

 

Fra le risorse anche un processore octa-core
Il cartellino del nuovo Huawei P8 Lite, chiariamolo subito, è di 249 euro, praticamente la metà del P8, ma la dotazione del telefono è tutt’altro che di seconda classe. Il P8 “alleggerito” si presenta infatti con un display da 5 pollici HD (1280 x 720 pixel), un processore Kirin 620 octa-core da 1,2GHz, 2GB di RAM e 16GB di storage espandibili tramite microSD. Come il fratello maggiore, anche il P8 Lite può vantare una fotocamera principale da 13 megapixel (quella anteriore è da 5 MP) e sulla nuova versione dell’interfaccia EMUI (la 3.1) sviluppata sulla base di Android 5.0 Lollipop.

Plastica? No, alluminio
Ma l’aspetto forse più interessante dell’offerta Lite di Huawei sta forse nella qualità del progetto estetico. A dispetto di quello che si potrebbe pensare, infatti, il nuovo P8 Lite non è quel genere di “plasticone” Made in China senza arte né parte, ma un oggetto impreziosito da inserti in alluminio e con uno spessore (7,7 millimetri) comunque notevole per un modello di questa fascia di prezzo. Siamo pronti a scommettere che la ricetta “light” cucinata da Huawei sarà più che sufficiente a soddisfare la fame tecnologica di una bella fascia di utenti. Che guardano al prezzo, certo, ma non per questo sono disposti ad accettare i compromessi di qualche tempo fa.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti