Huawei-Mate-8-apertura
Smartphone & Tablet

Huawei Mate 8, il miglior rivale dell'iPhone 6S Plus

Display da 6 pollici, batteria di lunga durata, fotocamera da 16 megapixel, prezzo aggressivo. Dal Ces la corazzata cinese spaventa Apple

da Las Vegas

Non si ferma più Huawei, che apre la conferenza, strapiena, del Ces di Las Vegas snocciolando i numeri della sua irresistibile ascesa: guadagni in crescita del 70 per cento, terzo player nel mercato degli smartphone con una quota pari al 9,7 per cento (dati GfK a settembre 2015), dietro a Apple che è all’11,8 per cento, mentre Samsung veleggia ancora lontanissima al 28,3 per cento.

Ed è proprio Cupertino che la corazzata cinese vuole scalzare dal secondo posto del podio: lo dice tra le righe Richard Yu, il numero uno della divisione consumer dell’azienda. Lo conferma non solo nelle intenzioni, annunciando un nuovo dispositivo, il Mate 8, che attacca frontalmente il 6S Plus, il prodotto premium della mela morsicata.

Il display è più ampio, raggiunge i 6 pollici contro i 5,5 dell’iPhone, ma il rapporto «screen-to-body» è dell’83 per cento: significa, e non è poco, che in un ingombro pressoché sovrapponibile, Huawei riesce a ospitare mezzo pollice in più. Davvero niente male, se si pensa che questo è solo uno dei cavalli di battaglia del Mate 8.

Huawei-Mate-8-retro

Il retro del nuovo Mate 8 – Credits: Huawei

La batteria, per esempio, non arranca per arrivare a fine giornata. Anzi. Il costruttore promette 2,36 giorni di autonomia con un uso regolare, 1,65 con uno intenso. Numeri molto più incoraggianti rispetto all’iPhone 6S Plus: rispettivamente, 1,53 e 1,03. In più basta appena mezzora di ricarica perché lo smartphone cinese possa guadagnare i muscoli di un giorno di autonomia. Opzione molto utile quando si ha poco tempo da spendere ancorati a una presa.

Sul comparto fotografico il sensore è di 16 megapixel firmato dagli specialisti di Sony. Sappiamo che Apple, per quanto reciti che il numero non è poi così decisivo, si ferma a 12. Mentre la fotocamera frontale è di 8 megapixel, un generoso omaggio a chi ancora non riesce a resistere al richiamo dei selfie.

A bordo c’è Android 6.0, il design con scocca in alluminio e vetro appena un po’ curvo è gradevole e raffinato, la gamma di colori per tutti i gusti (incluso un marrone caffè parecchio chic). Mentre a completare il quadro ci sono tutta una serie di accortezze che piaceranno a chi vuole usarlo per fini professionali, come «Super Hands-Free 3.0», per chiamate in vivavoce fino a 3 metri di distanza con estrema nitidezza. Un sistema per le conferenze di serie in uno smartphone.

Ma il vero punto di forza, segno distintivo di Huawei, è il prezzo ridotto, almeno rispetto alla diretta concorrenza. Il Mate 8 sarà disponibile da febbraio anche in Italia, tra i primi mercati a essere coinvolti nel lancio, a un prezzo di partenza di 599 euro. Per l’iPhone 6S Plus ne occorrono come minimo 889. Quasi 300 euro in più.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ces 2016, le novità più attese

Come ogni anno la fiera di Las Vegas abbonda di anteprime. Ecco i principali leak e annunci di Samsung, Lg, Ford, altri colossi e start-up

Commenti