Smartphone & Tablet

HTC One Mini 2: tre motivi per comprarlo e tre per non farlo

Il downgrade rispetto al One M8 può dirsi riuscito. Ma nel rapporto qualità-prezzo, il piccolo della casa taiwanese mostra qualche limite 

– Credits: HTC

Come vi abbiamo anticipato qualche giorno fa , il mese prossimo HTC immetterà sul mercato la prima variante del progetto One M8. Si chiamerà semplicemente HTC One Mini 2 e potrebbe essere considerato la versione alleggerita - ma non troppo - dell’Android-phone più celebrato della casa taiwanese. In attesa di poterlo toccare con mano, proviamo a capire quali sono pregi e difetti del terminale, analizzandone i motivi per comprarlo e quelli per non farlo.

SÌ: IL: DESIGN
Cambiano le dimensioni, ma linee e materiali rimangono fedeli al progetto originario. Da fuori, in sostanza, il nuovo HTC One Mini 2 si presenta come un gemello in scala ridotta (ovvero da 4,5 pollici) dell’HTC One M8. La scocca in alluminio spazzolato è pressoché identica a quella del One originale: c’è un 20% di metallo in meno ma nel complesso il portacolori di HTC resta un telefono decisamente raffinato, anche in questa versione "Mini". Anzi, per qualcuno (leggasi donne e utenti “pragmatici”) questa alternativa potrebbe essere persino più maneggevole, vista la stazza (137 grammi di peso) nettamente più snella.

SÌ: MINI NON SIGNIFICA PIÙ POVERO
Le analogie con l’HTC One M8 non si fermano ai soli dettagli estetici; anche all’interno non mancano le risorse di pregio. C’è una versione di Android allo stato dell’arte (KitKat 4.4.2), la stessa interfaccia utente dell’M8 (HTC Sense 6.0 con BlinkFeed) e il supporto alle reti veloci (LTE). È vero, rispetto al fratello maggiore, il nuovo HTC One Mini 2 integra un chipset più mansueto (Qualcomm Snapdragon 400) ma nel complesso il downgrade non è così sensibile. Come sottolinea Samuel Gibbs in questa recensione apparsa sul Guardian , a parte qualche comprensibile defaillance sui giochi più impegnativi dal punto di vista grafico, l’HTC One Mini 2 è comunque uno smartphone più fluido e reattivo di qualsiasi modello abbia più di due anni di vita.

SÌ: LA FOTOCAMERA
Non c ‘è la DuoCamera dell’HTC One M8, bensì una fotocamera classica da 13 megapixel con funzionalità video Full HD (1080p). Pur rinunciando alla luminosità dell’obiettivo a Ultrapixel e ai vantaggi portati in dote da un sensore di profondità (soprattutto in termini di fuoco), HTC ha comunque optato per una dotazione fotografica di buon livello che - stando alle prime prove sul campo - in condizioni di luce ottimale non fa rimpiangere l'obiettivo del One M8. Apprezzabile anche la fotocamera frontale da 5 megapixel, corredata per l’occasione da tutta una sere di opzioni di photo-editing per gli amanti del selfie creativo.

NO: IL DISPLAY
Chi da uno smartphone si aspetta una visione cinematografica, potrebbe storcere il naso di fronte al display del nuovo One Mini 2. Intendiamoci, il panello Lcd integrato da 720 pixel è tutt'altro che disprezzabile, ma la resa - soprattutto in termini di angolo di visuale e di contrasto - è inferiore rispetto a quanto visto sull’HTC One M8. Per qualcuno la differenza sarà impercettibile, per altri invece sarà comunque un compromesso difficile da digerire visto il continuo evolvere delle tecnologie su questo fronte.

NO: MANCA LA PORTA A INFRAROSSI
Una delle funzioni più esclusive dell’HTC One M8 - la possibilità di utilizzare il telefono come telecomando universale - non è qui supportata. A differenza del fratello maggiore, infatti, il One Mini 2 non integra una porta a infrarossi, elemento indispensabile per interagire con il televisore e gli altri apparecchi casalinghi.

NO: IL PREZZO
Con un prezzo di 449 euro, il nuovo One Mini 2 non è esattamente quel che si definisce uno smartphone low-cost. Certo, il risparmio rispetto al "grande" One è di quasi il 40%, ma se HTC vuole strappare quote di mercato a tutti quei terminali dal buon rapporto qualità-prezzo - vedi Nexus 5, OnePlus One, Lg G2 e tutti i vari modelli che oggi si collocano nella fascia fra i 250 e i 400 euro - dovrà attendere che il cartellino si sgonfi un po'.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

HTC One Mini 2: non chiamatelo ripiego

La casa taiwanese annuncia la versione compatta del suo celebre portacolori. Ridimensionato nel display e nel processore, ma non nel design e nell’interfaccia

Commenti