google polaroid
Smartphone & Tablet

Google: un'app fotografica per spaventare Facebook e Twitter

Il gigante sarebbe vicino al lancio di un nuovo servizio già parte del social network Google+. Le novità alla conferenza I/O del 28 maggio

Alla fine di maggio ci sarà il classico Google I/O, l’appuntamento che la multinazionale statunitense dedica a tutti i suoi sviluppatori e a tante novità software e hardware. Secondo i bene informati tra gli annunci ve ne sarà uno circa una piattaforma di condivisione foto finora integrata nel social network Google+ ma che adesso è pronta a concorrere con Facebook, Instagram e Twitter.

App indipendente

Seppur non vi sia ancora un nome dietro il lancio del servizio, che potrebbe rimanere Google Photo, pare che l’intenzione sia semplicemente quella di dividere la funzione di sharing tutt’ora disponibile su Google+ creando un’app apposita che strizzi l’occhio anche a chi non utilizza il social di Mountain View. Già nel 2014 si era vociferato della possibilità che Google volesse rendere indipendente il suo strumento di condivisione foto, magari creando un album online che vivesse di luce propria, ma le ultime speranze di ripresa di Plus avevano convinto Larry Page e Sergey Brin a tirare dritto.

I numeri

E invece i numeri, soprattutto quelli rilasciati da Kevin Anderson, sono inesorabili: ci sono circa 2,2 miliardi di profili Google+ ma solo il 9% di questi pubblica periodicamente post con il 37% degli attivi che è dedito a commentare video di YouTube e a cambiare immagine del profilo. Insomma se c’è qualcosa da salvare nell’eterna promessa del web 2.0 risiede nella voglia degli iscritti di condividere foto e video, proprio come accade per i concorrenti; un modus operandi da cui la dirigenza vuole ricavare il massimo.

Come Facebook

L’esempio da seguire è dietro l’angolo: con la convinzione di poter accrescere la propria base di utilizzatori, Facebook nel 2012 ha acquisito Instagram già popolare come servizio di condivisione foto. In due anni, anche grazie all’indipendenza tra ciò che viene pubblicato sull’una o sull’altra piattaforma, Zuckerberg ha raccolto circa 300 milioni di utenti, molti dei quali provenienti proprio da Instagram.

© Riproduzione Riservata

Commenti