Google Translate Tocca per tradurre 3
Smartphone & Tablet

Google Translate: come funziona l'opzione per tradurre con un tocco

Arriva sui cellulari Android la nuova modalità per la traduzione rapida all'interno delle applicazioni. Ecco come usarla

Per quanto fallace e perfettibile, Google Translate è indubbiamente una risorsa utile per riuscire a cavarsela dinnanzi a termini o lingue sconosciute.

Utilizzare il servizio da telefono cellulare, tuttavia, implica tutta una serie di passaggi piuttosto articolati: bisogna copiare il testo da decifrare, aprire l’applicazione Google Traduttore, scegliere la lingua di origine e quella di destinazione, incollare il testo e attendere che il cervellone poliglotta della grande G completi la traduzione.

Per accelerare i tempi, Google ha perciò deciso di sviluppare una nuova funzione rapida (disponibile per il momento solo su dispositivi Android) denominata Tap to translate (letteralmente Tocca per tradurre): una volta attivata sarà sufficiente copiare il testo da tradurre, che sia in una chat, in un commento o nel testo di una canzone, per far comparire immediatamente la traduzione del testo selezionato.

 

L’aspetto più interessante dell’applicazione risiede nella sua capacità di attivarsi a prescindere dall’applicazione in uso. Tap to translate è stato infatti progettato per funzionare su un vasto numero di applicazioni al di fuori di Google Translate, anche in modalità offline. Sono supportate fra le altre Whatsapp, Chrome, Line, YouTube, Google Maps e Google Photo.

Rinnovati anche la modalità offline e Word Lens
Proprio la modalità "fuori linea" è stata oggetto di un refresh piuttosto profondo che ha portato Google ad allegerire il download delle lingue utilizzabili anche senza connessione Internet. Il peso medio dei pacchetti linguistici, ora accessibilii ande da iOS, è stato portao a circa 25 Mb per lingua.

Novità anche per Word Lens: l’opzione che permette di avere una traduzione istantanea utilizzando la fotocamera dello smartphone ora supporta anche il cinese. In totale - fa sapere Google – sono ora 29 le lingue che possono essere comprese attraverso l’acquisizione “visuale” di testi stampati.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti