Google Holds Press Event Announcing New Products
Smartphone & Tablet

Google ecco i nuovi Nexus 6P e 5X, perché Apple deve temerli

Due nuovi smartphone - prodotti da Huawei e Lg - per chi vuole la migliore alternativa Android al nuovo iPhone 6S. Tutte le novità e le prime foto in anteprima

Chi può battere Apple nella fascia più redditizia del mercato tecnologico (quella degli smartphone di fascia alta)? All'indomani della presentazione dei nuovi iPhone 6S e 6S Plus c'è già una candidatura autorevole, quella di Google. Il colosso di Mountaiv View lancia i suoi nuovi modelli Nexus, questa volta in collaborazione con Huawei ed Lg. Due smartphone, dunque, rispettivamente da 5,7 pollici (Huawei Nexus 6P) e da 5,2 pollici (Lg Nexus 5X) caratterizzati da molte novità hardware e da un grande novità software, l'annuncio del nuovo sistema operativo Android 6.0 Marshmallow.

Huawei Nexus 6P
Il Nexus 6P è un dispositivo dalle dimensioni esagerate costruito intorno a uno schermo Amoled da 5,7 pollici. La parte più carattersitica del telefono è senza dubbio il retro, che si fa notare per il caratteristico profilo a sbalzo in corrispondenza della fotocamera posteriore, costruita intorno a un sensore Sony da 12 megapixel di grandi dimensioni (1.55 μM) per migliorare la qualità degli scatti in notturna o in condizioni di scarsa luminosità. Sulla parte anteriore trova invece spazio un più comune obiettivo da 8 megapixel.

Per ciò che riguarda la dotazione interna del dispositivo sono previsti un processore Snapdragon 810, 3 GB di RAM, superbatteria da 3450 mAh e memoria interna da 32, 64 e 128 “giga”. Ma le due vere novità rispetto ai modelli Nexus di vecchia generazione sono il lettore di impronte digitali (situato sul retro del telefono, poco sotto l'obiettivo fotografico) e il nuovo connettore USB Type-C per la ricarica e il collegamento al PC con cavi "double-face". Le vendite cominceranno da ottobre con prezzi per il mercato americano a partire da 499 dollari.

 

Lg Nexus 5X
Con il Nexus 6P debutta anche il nuovo Lg Nexus 5X, evoluzione del modello lanciato nel 2013 dalla stessa casa coreana (Nexus 5). Si tratta, in questo caso, di un dispositivo dalle dimensioni più contenute (5,2 pollici) basato su display FullHd, processore a sei core Qualcomm Snapdragon 808 (lo stesso che equipaggia il G4), 2 o 3GB di RAM, 32GB di memoria interna non espandibile, fotocamera posteriore da 12 megapixel con sensore da 1.55 micron e funzionalità video 4K. Presente anche su questo modello il lettore di impronte digitali (nexus Imprint) e il connettore Usb Type-C. I prezzi (sempre per il mercato USA) partono da 379 dollari.

Le novità di Android 6.0 Marshmallow
Come detto in apertura, sia Nexus 6P che  Nexus 5X sono equipaggiati con l'ultima versione del sistema operativo sviluppato da Google, Android 6.0 Marshmallow. Molte le novità sul piatto, soprattutto per ciò che riguarda il miglioramento dei consumi energetici e dell'interazione con l'utente. La nuova piattaforma del robottino verde si segnala per l'ottimizzazione delle attività in background a display spento e per una nuova funzione - denominata Now on Tap - che offre informazioni contestuali e risposte sulla base dei dati "concessi" a Google. La sesta versione di Android si caratterizza anche per il supporto nativo ad Android Pay e al lettore di impronte digitali, e promette una gestione più chiara delle informazioni condivise con le app.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Nexus 9, la video-prova

Il tablet sviluppato da HTC per Google ai raggi X. Focus sulle prestazioni hardware e sulla nuova versione di Android, Lollipop

Commenti