Samsung-Galaxy-Note-8-2
Smartphone & Tablet

Galaxy Note 8 è ufficiale. Le cose da sapere - LE FOTO

Svelato l’ultimo modello di Samsung: schermo da 6,3 pollici, doppia fotocamera da 12 megapixel con zoom ottico. Da metà settembre a 999 euro

da New York

La scelta non può essere un caso. Per svelare al mondo il Galaxy Note 8, il dispositivo della definitiva riscossa un anno dopo i travagli del suo predecessore, Samsung raduna la stampa mondiale nella «Park Avenue Armory», un’ex armeria costruita a fine Ottocento, tutta legni intarsiati, marmo, lampadari sontuosi e trasparenze di vetro.

Il luogo perfetto per sottolineare lo spirito combattivo, l’animo affilato del brand coreano, che inaugurando la giostra delle presentazioni annuali degli smartphone – anche per l’iPhone 8 dovrebbe essere questione di poco - non intende inseguire. Vuole dettare tendenza. Essere apripista.

 

«Nessuno può dimenticare quello che è successo l’anno scorso. Ma nemmeno dimentichiamo chi è rimasto con noi, l’incredibile community di Note in tutto il mondo» ha esordito DJ Koh, presidente della divisione Mobile Communications di Samsung.

Display xxl, ma non sembra

Le caratteristiche tecniche non si discostano da quelle trapelate ampiamente durante l’estate. E dunque: schermo importante – d’altronde «do bigger things», fai cose più grandi, è lo slogan della giornata, ripetuto allo sfinimento - da 6,3 pollici, super Amoled, con risoluzione 2.960x1.440 pixel (551ppi) che visivamente (e nel rapporto 18,5:9) lo rende molto simile al fratello minore, il Galaxy S8.

Ma l’elemento più impressionante è il design. Nonostante il display così vasto – l’iPhone 7 Plus, per intenderci, si ferma a 5,5 pollici – si tiene comodamente in una mano sola e i bordi sono quasi annullati, pare non esistano, lasciando una prateria di spazio a foto, filmati, documenti. «Siamo di fronte a un’esperienza di tipo cinematografico» sottolineano dal palco. «Perfect grip», presa perfetta, garantiscono.

Prima il lavoro, poi lo svago. Oppure insieme

Già, perché prima che per un dispositivo pensato per l’intrattenimento, il Note 8 è uno strumento di produttività. Lo sottolinea e ribadisce la presenza del pennino, la S Pen, con cui prendere appunti, certo, ma anche giostrarsi tra due applicazioni che girano in contemporanea. Per esempio, si può aggiornare una presentazione mentre si risponde a una mail. O rispondere in chat agli amici mentre si sta guardando un video. O farsi guidare da una mappa in auto e intanto passare da una canzone all’altra.

La batteria è di 3.300 mAh. Elemento che potrebbe sollevare qualche perplessità, visto che il Galaxy S8+, con uno schermo da 6,2 pollici, ha 200 mAh in più. Dalla conferenza fanno sapere che il processore è studiato per ottimizzare i consumi, che senza intaccare le performance non drena valanghe di carica.

La parola alle immagini

Lato frontale, i megapixel sono saliti a 8, quelli che fino a un paio di generazioni fa erano lo standard della fotocamera principale. Qui, invece, servono a sfornare selfie perfetti e altre spigolature di vanità digitale.

Lato posteriore, ecco il blocco che segna l’identità, il salto di qualità del phablet di Seul. Due occhi elettronici, ognuno da 12 megapixel, entrambi, «è la prima volta nel mondo» sottolineano durante la presentazione, con stabilizzatore ottico. Uno grandangolare, uno che fa da teleobiettivo. Pronti a lavorare congiuntamente per dare pulizia ed equilibrio agli scatti. Per mettere a fuoco un dettaglio e sfocarne un altro, con libertà estrema e intuitività totale.

C’è anche uno zoom ottico da 2x che salgono a 10x con la via digitale. «Per ottenere foto professionali grazie alla possibilità di aggiustare la messa a fuoco dello sfondo, sia mentre si sta scattando, che in un secondo momento». Sul punto Samsung si sbilancia eccome, parla della migliore fotocamera mai montata a bordo di uno smartphone.

Samsung-apertura

Il momento dell'annuncio del nuovo dispositivo di Samsung – Credits: Marco Morello

Memoria e prestazioni

Un processore octa-core supportato, per ogni operazione, da una ram da 6 giga. Per il salvataggio dei file, la memoria interna da 64 giga è provvidenzialmente espandibile con schedine microSD fino a 256 giga ciascuna. Tra foto, video, musica, presentazione e dintorni, è semplicemente fondamentale irrobustire il potere di archiviazione.

Naturalmente c’è Android precaricato con le personalizzazioni dell’interfaccia di Samsung che trova il suo fulco nell’assistente Bixby, che non si avvale solo della voce, consentendo dialoghi spontanei, ma anche di scrittura e informazioni inserite e acquisite tramite la fotocamera, per rendere più facile la vita del proprietario dello smartphone. E imparare, facendo ricorso all’intelligenza artificiale, i suoi gusti e le sue preferenze per regolarsi di conseguenza con dritte, scorciatoie, suggerimenti.

La certificazione è IP68, ovvero immersione per mezzora a un metro di profondità. Abbastanza per usarlo sotto la pioggia o non temere gli schizzi del rubinetto in cucina. O, se è proprio inderogabile e necessario, rispondere a una chiamata sotto la doccia.

Dimensioni, prezzo e disponibilità

Il Galaxy Note 8 rientra nella categoria dei phablet, dunque le dimensioni non sono contenute: 162,5x74,8x8,6 millimetri, per un peso comunque non penalizzante. Siamo a 195 grammi. Sette grammi in più dell'iPhone 7 Plus.

In Italia sarà disponibile nelle colorazioni nero e oro («Midnight black» e «Maple gold») a partire dal 15 settembre a 999 euro. Una cifra importante, era prevedibile, che non si avvicina comunque al record di Apple: 1.159 euro del concorrente di Apple evocato più di una volta sul palco, che a bordo vanta 256 giga non espandibili.

Ma la casa coreana mette altro sul piatto: chi lo prenoterà on line e nei punti vendita tradizionali otterrà in omaggio «DeX» (valore commerciale circa 150 euro), un dock che trasforma lo smartphone in un computer da scrivania, permettendo di continuare a lavorare su un display classico da pc con l’ausilio di mouse e tastiera. Per un prodotto che si presenta come un campione di produttività, un ufficio tascabile, è un passaggio logico calzante e coerente.

Per saperne di più

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti