Smartphone & Tablet

Porno coi Google Glass: un video ci mostra i pregi (e i difetti)

Due pornodivi inforcano gli occhiali di Google e vanno sul set. Il risultato è un vero film hard in soggettiva, inframezzato però da alcuni inserimenti pubblicitari…  

Per girare un porno servono quantomeno tre “attrezzi”. Se due di questi sono imprescindibili, il terzo – la videocamera – potrebbe presto diventare superfluo. Al suo posto c’è già chi vede uno strumento più innovativo capace di regalare allo spettatore un’esperienza davvero soggettiva: i Google Glass.

Proprio così. MiKandi, società di Seattle specializzata in app pornografiche, ci mostra cosa si può fare dando un paio di occhiali di Google a due pornodivi, nella fattispecie James Deen e Andy San Dimas.

Il video che vedete qui sotto è solo un trailer dimostrativo (comunque vietato ai minori), quanto basta però per far capire quali sono le potenzialità dei Google Glass nel mondo dell’hard. Tutte, anzi qualcuna di più. Come si può vedere dalla clip, gli occhiali di Google intervengono spesso (e spesso a sproposito) durante le scene di sesso attivando opzioni di ricerca, messaggi pubblicitari e funzioni di riconoscimento facciale.

Quasi un mezzo sfottò nei confronti della società di Mountain View che, lo ricordiamo, ha recentemente chiarito che le app a luci rosse saranno bandite dal supermercato delle applicazioni dei suoi occhiali .

Una decisione che ha costretto gli sviluppatori di MiKandi a gettare alle ortiche la prima applicazione porno creata per gli avveniristici occhiali di Mountain View. Ma non evidentemente a rinunciare ad esplorare le opportunità offerte da questo strumento in ambito hard: "I Google Glass sono perfetti per girare video in soggettiva", hanno dichiarato i responsabili della società. Come dire che malgrado la censura di Larry Page e soci, nulla potrà impedire a chiunque indossi un paio di Google Glass – pornodivi e non – di filmarsi durante il sesso.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Ecco come Google Glass rivoluzionerà il porno

MiKandi, società americana specializzata in app per adulti, annuncia di stare lavorando alle prime applicazioni per Google Glass. I nuovi occhiali di Google potrebbero spalancare le porte a un nuovo tipo di pornografia, più realistica e "libera"

Niente porno su Glass. L’ha stabilito Google

Google ha cambiato la policy per gli sviluppatori di Glass impedendo di fatto agli sviluppatori di app per adulti MiKandi di lanciare Tits and Glass, la prima applicazione porno per gli occhiali di Big G

Commenti