Smartphone & Tablet

CyanogenMod via da Google Play Store, ecco perché

L’applicazione per caricare versioni “root” di Android violerebbe le condizioni di servizio di Google

Da qualche giorno la sua icona campeggiava all’interno di Play Store facendo sfracelli di download. Il suo successo, però, è durato poco. CM Installer (CyanogenMod Installer), l’applicazione nata per accelerare il processo di aggiornamento degli smartphone alle versioni non ufficiali di Android, è stato infatti già estromesso dal popolare bazàr di Google.

Secondo quanto rivelato da The Next Web , l’installer violerebbe le condizioni di servizio di Mountain View. CyanogenMod, in sostanza, incoraggerebbe gli utenti a infrangere le regole – e soprattutto – la garanzia offerta dalla grande G e dalla sua scuderia di produttori. Il nodo principale, nello specifico, riguarderebbe la mancanza di un’opzione che consenta agli utenti di annullare le eventuali modifiche al sistema operativo riportando il terminale alle condizioni preesistenti.

Bisognerà capirà a questo punto se lo staff di CyanogenMod vorrà (e potrà) intervenire in tal senso o se preferirà operare fuori da Play Store. Nel frattempo, gli smanettoni del mondo Android potranno comunque accedere all’applicazione attraverso gli app store di Samsung e Amazon o attraverso il metodo classico .

© Riproduzione Riservata

Commenti