Smartphone & Tablet

Il caricabatteria diventerà unico (questa volta per davvero)

Accordo UE: tutti i produttori di smartphone (Apple e Samsung compresi) dovranno uniformarsi a uno standard condiviso

Caricabatteria unico: sono anni che l’Europa cerca di mettere tutti i produttori d’accordo, senza però riuscirci del tutto. C’è ancora chi – si pensi ad Apple o a Samsung – continua a fornire connettori proprietari per la ricarica dei propri telefoni. L’impasse, però, sembra destinata a risolversi. Secondo quanto rivelato oggi dalla Reuters , infatti, l’UE avrebbe raggiunto un’intesa per arrivare a uno standard unico entro il 2017.

L’accordo, che dovrebbe essere ratificato entro il prossimo mese di marzo, obbligherà gli stati membri a recepire la direttiva all’interno del quadro normativo nazionale entro due anni. Ai produttori verrà invece concesso un anno in più per completare l’opera di armonizzazione.

L’idea di un caricabatteria unico, lo ricordiamo, nasce in risposta alla volontà di ridurre l'impatto ambientale legato al mondo dell’elettronica di consumo. La possibilità di sfruttare un connettore unico compatibile con tutti i modelli di smartphone potrebbe portare all’eliminazione di molti caricatori superflui, oltre che essere un'occasione per ridurre i consumi energetici legati alla procedura di ricarica.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

HTC One Max, scordatevi il caricabatterie

Il portacolori della casa taiwanese si (ri)presenta in una nuova versione “maggiorata”, sia nel display che nell’autonomia. Ma la vera novità è il lettore di impronte digitali

Commenti