Smartphone & Tablet

Asus ZenFone: lo smartphone Android si è fatto in tre

La casa taiwanese presenta la sua ultima sfida, un Android-phone con un "vestito" in tre taglie diverse: da 4, 5 e 6 pollici

Asus Logo

– Credits: Mandy Cheng/AFP/GettyImages

Asus non si accontenta del solito smartphone. Dopo il FonePad e il PadFone la casa taiwanese si presenta al CES di Las Vegas con una nuova linea denominata ZenFone, una famiglia di prodotti “scalata” in base a tre taglie del display: 4, 5 e 6 pollici. Una sorta di variazione sul tema pensata per accontentare tre distinte tipologie di utenti - l’amante della soluzione tascabile, l’utente medio e la nuova frangia di cultori del phablet - con un progetto unico ma declinato secondo tre differenti form-size.

Sotto il cofano batte un cuore Intel (un processore Atom da 1.2 GHz alimenta la versione da 4 pollici, uno da 2 GHz quella da 5 e 6 pollici) e un sistema operativo Android corredato da un’interfaccia proprietaria (Zen UI) che promette di rendere l’esperienza utente meno anonima. Fra le feature precaricate c’è anche una versione riveduta e corretta di Google Now ribattezzata What’s Next.

Con l'uscita dello ZenFone – atteso negli scaffali nelle prossime settimane a un prezzo compreso fra i 100 e i 200 dollari statunitensi (in base alla “metratura” del display) – Asus non intende rimpiazzare il PadFone, forse il più popolare fra i dispositivi Android della sua collezione, ma offrire una nuova opportunità di scelta nella fascia bassa del mercato. L’innovativo dispositivo 2-in-1 che combina smartphone e tablet in un unico prodotto resterà infatti a catalogo anche nel 2014 e, anzi, si arricchirà di una nuova versione “Mini” basata su uno smartphone da 4 pollici innestabile – attraverso l’ormai noto gioco degli incastri - all’interno di un tablet da 7 pollici. Date e prezzo di commercializzazione di questo modello saranno resi noti nelle prossime settimane.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti