Apple iMessage iOS 10 2
Smartphone & Tablet

Arriva iOS 10: dopo un’ora iPhone e iPad bloccati

La corsa all’aggiornamento ha reso inutilizzabili diversi smartphone e tablet. Problema ai server risolto già ieri sera

Non sembra un episodio isolato. Anzi, a spulciare i commenti su Twitter usando l’hashtag #IOS10 brick (termine associato a uno smartphone inutilizzabile, “mattone”) si scopre come siano davvero numerosi gli utenti che si sono ritrovati, alla fine del processo di aggiornamento al più recente sistema operativo, con un telefono apparentemente senza vita, capace solo di mostrare l’icona di iTunes e la necessità di collegamento al computer. È ciò che avviene quando all’interno del file ricevuto c’è qualcosa che non va, riparabile, appunto, con un ripristino via PC o Mac.

Cosa è successo

Come sia potuto succedere non è ancora ben chiaro anche se Apple ha commentato rapidamente gli allarmismi spiegando a ReCode: “Abbiamo rilevato piccoli problemi con l’update del software, che ha interessato un ristretto numero di persone durante la prima ora dal rilascio. Ora è tutto risolto e ci scusiamo con i nostri clienti. Chiunque abbia riscontrato difficoltà nell’aggiornare dovrebbe connettere il dispositivo a iTunes per completare la procedura oppure contattare direttamente AppleCare”.

Questo è un soft-brick

In Italia il problema sembra non essersi presentato (questione numerica rispetto agli USA), anche se conviene attivare delle precauzioni prima di aggiornare. Per quale motivo? A differenza di quanto poteva accadere diversi anni fa, quando un telefono “brikkato” diventava realmente inutilizzabile, quello degli iPhone con iOS 10 è un brick assolutamente temporaneo e sanabile in pochi minuti. C’è però bisogno di connettere il cellulare o il tablet al computer con iTunes e la propria libreria, quella che contiene foto, musica e video sincronizzati. Se, sfortunatamente, doveste terminare il download e intanto uscire di casa, potreste ritrovarvi con lo schermo nero e lo smartphone bloccato, almeno fino al rientro.

Come aggiornare in sicurezza

Per evitare tutto ciò, basta fare un backup dei dati proprio con iTunes (o iCloud per chi ha spazio a sufficienza), connettendo l’iPhone al computer e verificando da qui la presenza di iOS 10. A quel punto sarà il programma di gestione a scaricare l’update, verificarlo e montarlo sul telefono, senza grosse difficoltà. Mal che vada, avreste comunque la possibilità di formattare tutto e caricare subito il salvataggio più recente.

Anche iOS 9 faceva i capricci

Non è certo la prima volta che un nuovo iOS causa problematiche del genere agli utilizzatori. A settembre dello scorso anno, diversi iPhone e iPad avevano sofferto l’arrivo di iOS 9 con conseguente brick. Ma l’evento più importante degli ultimi tempi è avvenuto a maggio di quest’anno, quando Apple aveva rilasciato iOS 9.3.2, la nuova edizione del sistema, che causava il blocco degli iPad Pro da 9,7 pollici con la comparsa del famigerato “Error 56”. Anche in quel caso una correzione repentina risolse la questione in poco tempo.

© Riproduzione Riservata

Commenti