Smartphone & Tablet

Apple, l'iPad 5 è pronto. Ecco come sarà

Previsto per il 18 giugno, dovrebbe essere del 15 per cento più sottile e del 25 per cento più leggero dell'iPad 4

Tutto sommato è molto giovane, è stato svelato al mondo appena sei mesi fa, però potrebbe presto andare in pensione. O, almeno, essere sostituito nei desideri dei consumatori da un quasi gemello di nuova generazione. Già, perché diverse voci suggeriscono che il prossimo 18 giugno la Apple potrebbe presentare un iPad 5 del 15 per cento più sottile dell’iPad 4 e soprattutto più leggero del 25 per cento. Si passerebbe dunque dai 650 grammi e rotti delle versioni attuali (quella solo Wi-Fi e quella con modulo per la rete mobile differiscono di appena 10 grammi) a mezzo chilo o dintorni.

Insomma, la mela non avrebbe intenzione di allungare il ciclo di vita del suo tablet per eccellenza, che è stato un salto di qualità notevole rispetto a quell’iPad 3 che, lo ricorderete, non aveva saputo far breccia nel cuore degli utenti per il peso elevato e la sgradevole tendenza a scaldarsi con troppa facilità. Poco importa che solo a fine gennaio sia stata annunciata una versione da 128 giga, dunque con il doppio della capacità di archiviazione rispetto al tradizionale tetto massimo da 64 giga: l’iPad 5 è dietro le quinte e scalpita, non vede l’ora di salire sulla rampa di lancio.

A rendere possibile una ulteriore messa a dieta della tavoletta inventata da Steve Jobs sarebbe la dimensione della batteria, che sarà fino al 30 per cento più piccola senza, pare, sacrifici sul piano della durata (ma solo la prova dei fatti potrà confermarlo). Sia il processore che il display, infatti, saranno configurati per garantire la massima resa consumando meno energia. Sul lato touch, invece, dovrebbe essere applicata la tecnologia dell’iPad mini, che richiede meno ingombri.

Che non si tratti di semplici speculazioni lo conferma un’altra evidenza. Durante la fiera dell’elettronica di Hong Kong sarebbe saltata fuori una cover dell’iPad 5 pubblicata anche dal noto sito Engadget (vedete la foto qui sotto) in cui l’iPad 4 starebbe fin troppo stretto. Insomma, calzerebbe a pennello solo in un modello con uno spessore inferiore.

Cover-iPad5-engadget.png

Certo, al di là delle dimensioni e del peso sarà fondamentale capire quali saranno le dotazioni di bordo del dispositivo. Lo schermo dovrebbe restare il medesimo, un Retina da 9,7 pollici, a essere rivisti e aggiornati potrebbero essere verosimilmente il processore, sempre più tarato per video in alta definizione e app ormai degne di un computer con le spalle larghe, ma anche la fotocamera. Forse non abbastanza, però, per convincere una larga massa di utenti a pensionare l’iPad 4 per passare alla generazione successiva. A beneficiarne saranno dunque gli utenti - sempre meno in verità - che ancora non hanno un tablet e vogliono acquistarne uno. E lì sì che essere più magri e leggeri, meglio ancora se con un processore performante e una fotocamera all’altezza, farà la differenza di fronte all'agguerrita pattuglia di Android e dintorni. Pattuglia peraltro aperta al concetto di low cost, parola per ora tabù nell'universo della mela.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Nuovo iPhone, Apple brucia le tappe

Il prossimo Melafonino sarebbe già in costruzione per essere sul mercato prima dell’estate. Poi sarà la volta di un secondo modello – più economico nei materiali e nelle funzioni – destinato al mid-market

Commenti