iPhone SE
Smartphone & Tablet

Apple iPhone SE, la recensione

Il cuore dell’iPhone 6S nel corpo di un iPhone 5S. Ecco come va il 4 pollici “potenziato” della Mela

Estraggo il nuovo iPhone SE dalla sua confezione e ripenso a quando, più o meno un mese fa di questi tempi, tiravo fuori dall’armadio il cappotto che indossavo ai tempi dell’Università. Un misto fra incredulità, deja-vu e nostalgia.

Potere del riflesso condizionato: per chi, come me, è passato ormai da qualche anno al formato XXL (dai 5,5 pollici in su per in tenderci) ritornare a un risicatissimo 4 pollici significa tornare indietro di un’era geologica.

 

Piccolo è bello?
Ecco allora che “ri-indossare” quello che, almeno sul piano estetico, è un iPhone di quasi 3 anni fa, fa un certo effetto. Tutto è più piccolo, striminzito, per certi versi demodé. Una fila in meno di icone sulla home si sente eccome, soprattutto se vuoi avere tutte le applicazioni sotto mano. Non parliamo poi delle operazioni più sofisticate: per guardare una partita di calcio su SkyGo ci vorrebbe una lente d’ingrandimento.

Eppure mi bastano pochi minuti con il telefono fra le mani per capire che oltre ai minus ci sono anche tanti vantaggi che non avevo considerato. O, meglio, che avevo smesso di considerare. Ad esempio posso utilizzare il telefono a una mano, e infilare l’iPhone SE nella tasca dei miei jeans senza rischiare la tumefazione della zona pelvica.

iPhone 6 Plus: tre motivi per non metterlo nella tasca dei jeans


E poi devo ammetterlo, l’iPhone SE, proprio come il mio adorato cappotto da studente, mi sta ancora bene addosso. Perché l’eleganza, anche in campo tecnologico, non passa di mai di moda, e l’iPhone SE è a tutti gli effetti uno smartphone Apple, il che significa robusto, ben assemblato e con una linea talmente pulita e iconica che sembra quasi sfuggire all'inesorabile trascorrere del tempo.

Sotto il vestito, un iPhone di razza
Guai però a liquidare l’iPhone SE come una delle tante operazioni nostalgia che si vedono nel mondo tech. Tutt’altro. Apple ha scelto - scientemente - di puntare su un form factor ridotto per accontentare tutta quella fetta di utenti che non ha nessuna intenzione di passare al grande schermo. Una popolazione che solo nel 2015 contava 30 milioni di adepti, utente più, utente meno. Per loro, ma anche quanti sono passati dal piccolo al grande e sono rimasti delusi - li potremmo chiamare i “pentiti” del telefonone - ha preparato una ricetta che sulla carta ha tutto per sfondare: un iPhone con il cuore di un iPhone 6S e il corpo di un iPhone 5S.

iPhone SE

– Credits: Roberto Catania

Sotto al piccolo display da 4 pollici (per dimensioni e risoluzione identico a quello del 5S), troviamo infatti tutte le risorse chiave che oggi campeggiano sul modello di punta della società di Cupertino: stesso processore (A9), stessa RAM (2GB), stessa fotocamera da 12 megapixel, stesso modem LTE/Wi-Fi dell'iPhone 6S. Qualcuno potrebbe pensare a un forzatura, un po' come mettere il motore di una Ferrari dentro una 500, ma non è proprio così. In ballo qui c'è solo un modo diverso di riallocare le risorse; gli spazi, per quanto succinti, lo consentono.

Nella categoria 4 pollici è il telefono da battere 
Il risultato è un dispositivo paradossalmente unico nel suo genere. Perché a ben guardare non ci sono oggi altri 4 pollici così potenti, e non solo dalle parti di Cupertino. iOS 9.3 gira che è un piacere, la navigazione su Internet procede senza impuntamenti e le foto e i video scattati con l’obiettivo principali sono eccellenti, soprattutto in condizioni di buona luminosità.

Si dirà che la batteria è un po' più piccola di quella dell’iPhone 6S e a maggior ragione dell’iPhone 6S Plus. Vero. Ma va anche detto che l’iPhone SE dispone di un processore molto più evoluto rispetto a quello del vecchio iPhone 5S, senza contare che un display più piccolo (e meno risoluto) consuma molto meno. Il risultato è un telefono che arriva tranquillamente a fine giornata, senza troppi patemi.

 

Le differenze (non) contano
Ciò non significa che l’iPhone SE sia un iPhone 6S o 6S Plus sotto mentite spoglie. Ci sono, al di là dei pollici, altre differenze: sull’iPhone SE non troviamo il 3D Touch, ad esempio, e il lettore di impronte digitali, sebbene comunque molto preciso, non è così fulmineo come quello installato sugli iPhone di ultima generazione. La fotocamera frontale, poi, non è stata aggiornata: se amate il genere selfie, sappiate che non potrete immortalare il vostro faccione a più di 1,2 megapixel.

Ma alla resa dei conti si tratta di dettagli che potrebbero essere ignorati dai più. Più rilevante, forse, la mancanza di una versione del telefono da 128 giga di memoria. Apple, per il momento ha preferito limitare le declinazioni del piccolo di famiglia alle sole varianti da 16 e 64 “giga”. Tenetelo presente, casomai foste fra quelli che caricano tonnellate di foto, video e musica sulla memoria del telefono.

iPhone SE

L'iPhone SE a confronto con un iPhone 6S Plus – Credits: Roberto Catania

Conclusioni
Una settimana di prova con il nuovo iPhone SE mi ha portato a riconsiderare tutti quei vantaggi - peso, maneggevolezza, semplicità d’uso - che avevo in un certo senso rimosso con il passaggio agli smartphone di grosse dimensioni.

Il trapianto degli organi da iPhone 6s ad iPhone 5S può dirsi perfettamente riuscito: se non fosse per il form factor e qualche altro piccolo dettaglio funzionale (la fotocamera frontale su tutte) sarebbe davvero difficile cogliere le differenze fra i due modelli. Considerato il cartellino di vendita di 509 euro (circa il 35% in meno a favore dell’SE) si può tranquillamente parlare di un iPhone alleggerito, nel peso, come nel prezzo.

Un’operazione commerciale, quindi, ma studiata con molto raziocinio. L’iPhone low-cost non esiste (e probabilmente non esisterà mai) ma sapere che è possibile scegliere fra un ventaglio di proposte più ampio - senza troppi compromessi a livello di prestazioni - è comunque una buona notizia.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Apple iPhone SE, le 5 cose da sapere

Il corpo è quello di un iPhone 5S, ma le prestazioni sono più vicine a quelle di un Melafonino di ultima generazione. Tutto sul nuovo 4 pollici di Apple

Commenti