ios 9.1
Smartphone & Tablet

Apple iOS 9.1 e Watch OS 2.0.1: perché installarli

Aggiornati i sistemi operativi di smartphone e orologio. Risolvono problemi considerati minori ma molto importanti. Ecco quali

Non smetteremo mai di ricordare quanto sia importante aggiornare i propri dispositivi tecnologici quando i produttori rilasciano i relativi pacchetti. Un elemento basilare per mettere in sicurezza oggetti personali che oramai contengono centinaia di dati personali, prelevati da app e giochi, e per questo sempre più nel mirino di hacker e criminali informatici. Se è vero che il mondo Apple è notoriamente più protetto di quello Android, è reale il pericolo che un ecosistema non aggiornato sia più esposto a rischi di perdita di informazioni sensibili e quindi di un attacco informatico esterno.

iOS 9.1: cosa cambia

Quella tra hacker e aziende è la classica lotta tra cane e gatto; ci si rincorre a vicenda per per avere la supremazia sul territorio e il titolo di più scaltro del reame. L’aggiornamento di iOS 9.1 mira anche a questo: chiudere piccole ma concrete falle nel sistema operativo, la maggior parte delle quali utilizzate dal team Pangu per sviluppare il jailbreak unthetered per tutti gli iPhone, anche i 6S e 6S Plus. Il jailbreak consente di installare su smartphone e tablet applicazioni di terze parti non ufficiali e non presenti su App Store, alcune piene di codici maligni, capaci di installare virus sul telefono. Tra gli orpelli minori (quelli che però a cui gli utenti guardano con maggior interesse) ci sono una serie di nuove emoticon, come quelle di alcuni cibi locali, simboli religiosi e dita piegate.

apple watch os 2.0.1

Le novità di Watch OS 2.0.1

In contemporanea all’update di iPhone, iPad e iPod Touch è arrivato anche quello per Apple Watch, giunto alla versione 2.0.1. Oltre alle solite nuove emoticon ci sono anche delle risoluzioni di errori importanti come quello che poteva bloccare l’installazione di aggiornamenti per le app installate o la sincronizzazione degli eventi sul calendario tra orologio e telefono abbinato. Ma il più importante è il fix (in gergo si dice così) che riguarda la batteria e la gestione delle risorse che, secondo Apple, ora permette di bilanciare meglio prestazioni e autonomia, con un sensibile aumento della durata sul lungo periodo. Il risucchio energetico principale avveniva per “colpa” di Siri che, quando le si chiedeva di leggere il battito cardiaco, anche dopo averlo fatto lasciava il sensore sul retro acceso. Un dottore al polso fin troppo diligente. 

© Riproduzione Riservata

Commenti