iPhone iOS 10-1-1
Smartphone & Tablet

Apple iOS 10.1.1: perché scaricare l'aggiornamento (e perché non farlo)

La nuova release risolve un problema specifico legato all’app Salute. Ma potrebbe esporre al rischio di bug indesiderati

Sono passati solo 10 giorni dall’uscita di iOS 10.1 ma per Apple è già tempo di un nuovo aggiornamento: si tratta di iOS 10.1.1, una release sviluppata ad hoc per risolvere un problema legato all’applicazione Salute (Health). "Questo aggiornamento include diverse correzioni di errori e risolve un problema per cui alcuni utenti non erano in grado di visualizzare i dati di Salute", si legge sulla sommario che illustra le specifiche del software.

Il rimedio funziona ma c'è il rischio di nuovi bug
Il problema, a quanto pare sarebbe stato risolto, ma come spesso accade in questi casi l’antidoto potrebbe generare tutta una serie di effetti collaterali imprevisti.

A segnalarli, gli stessi utenti nella pagina riservata al Supporto. Nello specifico leggiamo di problemi legati a reboot improvvisi, drenaggio anomalo della batteria, app bloccate e bug sulla fotocamera. A giudicare dal numero di commenti negativi, comunque, non ci sono gli estremi per parlare di un download sconsigliabile.

Chi non ha problemi di Salute può aspettare iOS 10.2
Va da sé che trattandosi di un aggiornamento concepito quasi ed esclusivamente per risolvere un singolo problema non tutti saranno interessati a scaricarlo. Al momento, fa notare Forbes, l’unico vero motivo per scaricare iOS 10.1.1 riguarda l’impossibilità di accedere ai dati dell’applicazione Salute, per tutto il resto non c’è nulla di significativo, né sul piano della sicurezza né su quello delle nuove funzionalità.

Insomma, per quanti non fanno uso dell’app in questione il suggerimento è di aspettare la prossima release intermedia, Apple iOS 10.2, che apporterà un numero più significativo di miglioramenti. Fra questi, si legge nella pagina che fa da cornice alla beta, nuovi wallpaper, nuove emoji, una widget specifica per la fotocamera con la possibilità di scegliere una modalità di default di scatto.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti