Smartphone & Tablet

Kindle Fire HDX contro Nexus 7: pronti alla sfida finale

Entrambi da 7 pollici, uno ha il processore più potente, l’altro l'accesso al Play Store. Qual è il migliore tra Amazon e Google?

Credits: courtesy of Amazon, www.amazon.com

Amazon ha svelato il nuovo Kindle Fire qualche giorno fa, una piacevole sorpresa. La diagonale dello schermo rimane la stessa del 7 pollici precedente, identico a quel Google Nexus a cui fa il verso, se non altro per il prezzo, identico negli USA: 229 dollari nella versione base, quella da 7 pollici appunto. Molta differenza la fa il sistema operativo. Sul Nexus è “Google Experience” all'ennesima potenza, sul Fire HDX c’è invece, come al solito, un versione personalizzata di Android chiamata Fire OS, pesantemente brandizzata da Amazon e senza il famoso Google Play Store. La versione corrente di Fire OS, conosciuta come Mojito, porta nuove funzioni ai tablet della serie Kindle Fire che riescono a competere con l’ultimo Android 4.3.3 presente sul Nexus 7.

Il Kindle Fire HDX può essere acquistato con le “offerte speciali”, ovvero annunci pubblicitari che scorrono mentre lo schermo del device è spento; se proprio non si vuole questa versione bisognerà spendere 15 dollari in più e avere un dispositivo che, se proprio deve farci vedere la pubblicità, lo fa quando siamo noi a recarci sui siti che la mostrano. Amazon ha prodotto anche un modello con supporto al 4G con un costo maggiorato di 100 dollari; qui la differenza è a favore del Nexus 7 la cui versione LTE costa 80 dollari in più di quella con il solo Wi-Fi. Sia il Nexus 7 che il Fire HDX offrono uno schermo da 7 pollici con risoluzione 1920 x 1200 pixel, il doppio di quella dell’iPad Mini con il quale si pongono in diretta concorrenza. Il tablet di Apple perde anche il confronto sulla densità dei pixel (PPI): 163 contro i 323 di Nexus e Kindle. Fin qui sono (quasi) simili. Dov’è allora che si incontrano le maggiori differenze?

L’hardware sotto la lente

Quella più grande è senz’altro il processore. Il Kindle Fire HDX ne ha uno più veloce e potente rispetto al  Nexus 7. Si parla di uno Snapdragon 800 con clock a 700 MHz e quattro core a 2.2 GHz rispetto al più lento (ma pur sempre ottimo) Snapdragon 600 del tablet Google anche lui quad-core ma a 1.5 GHz. Leggermente inferiore, sul Nexus 7, anche la scheda grafica, una GPU Adreno 320 rispetto alla Adreno 330 del Kindle. Le altre specifiche sono simili: entrambi hanno modelli da 16 GB e 32 GB ma il Kindle punta in alto offrendone anche uno da 64 GB con un costo di 309 dollari solo Wi-Fi, 409 per la versione 4G/LTE.

 E il software?

La versione Mojito presente sul tablet Kindle offre alcune particolarità che Google si sogna. Tra queste un tasto “MayDay” che permette di ricevere assistenza immediata e gratuita in video dal supporto clienti Amazon. Più mainstream la “modalità lettura” che aumenta l’autonomia della tavoletta ottimizzando il display, una funzione già vista sugli ultimi smartphone e tablet della linea Galaxy di Samsung. Amazon ha inoltre aggiornato il suo servizio X-Ray per fornire testi e informazioni aggiuntive sulla musica da mostrare durante l’ascolto, oltre al database di IMDB nell’area dedicata ai film.

Le conclusioni: low-cost di razza

È sempre difficile esprimere un giudizio su due dispositivi simili ma strutturalmente diversi. Gli amanti della purezza di Android non avranno dubbi in merito, mentre chi  vuole avere un terminale estremamente performante dovrà ricredersi rispetto al prodotto Amazon. Qui c’è qualità dei materiali, potenza e un ecosistema in crescita. Chi sceglie Amazon può inoltre optare per il modello da 8.9 pollici (a partire da 379 dollari), identico sotto la scocca, ma con uno schermo che migliora certamente l'esperienza generale. Il dubbio è: tutto questo riesce a sopperire alla mancanza del Google Play Store? Sia chiaro i file Android (.apk) si possono installare manualmente, ma non vi è certezza che funzionino se non con l’intervento dell’utente e del root del sistema. Inoltre i possessori del nuovo Nexus 7 saranno i primi a poter effettuare l’aggiornamento ad Android KitKat 4.4 quando disponibile, mentre chi ha un Kindle dovrà fare a meno delle novità dell’OS e aspettare la prossima versione di FireOS sviluppata da Amazon. Entrambi competono nella stessa fascia di prezzo, settore e per un pubblico simile. L’uno con la forza dello store di Google, l’altro con i vantaggi dell’essere un membro Amazon Prime, con un catalogo sterminato di contenuti video da seguire in streaming. La sensazione è che il Kindle Fire HDX sarà il preferito da chi è abituato a fare acquisti su Amazon, il Nexus 7 dai fedeli all’ideologia Google. Con buona pace di entrambi.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti