Smartphone & Tablet

Un mese con... Kindle Fire HD 8,9

Leggere, navigare, ascoltare musica e poi? Vediamo come è fatto, a chi si rivolge e cosa è possibile fare (e cosa no) con il tablet di Amazon

Il Kindle Fire HD 8,9 con la custodia Amazon in pelle - Foto: Nicola D'Agostino

Un Kindle Fire HD con schermo da 8.9 pollici e 16 GB di spazio (di cui circa 13 disponibili). È arrivato alla fine di luglio ed ha affiancato i tablet di casa per navigare sul web e sui social network, leggere un po' di libri, manuali tecnici e fumetti, giocare, guardare video e ascoltare musica. 
Ecco di seguito le mie impressioni a freddo e considerazioni d'uso.

La qualità costruttiva del tablet è oggettivamente molto buona: prendendolo in mano Kindle Fire HD dà un'impressione di solidità e, grazie al retro gommato, la presa è salda e il tablet non scivola più di tanto quando viene appoggiato su una superficie.
Per quasi tutto il periodo della prova il tablet è rimasto inserito in una altrettanto robusta custodia Amazon in pelle (opzionale, del costo di circa 45 Euro) che lo protegge aderendo perfettamente. La custodia include un meccanismo simile a quello della Smart Case dell'iPad che "sveglia" e "addormenta" il tablet quando si alza ed abbassa la copertina.

Personalmente ho trovato poco intuitivo il posizionamento del pulsante di accensione e quello per il volume: sono un po' troppo vicini e troppo integrati nella cornice del tablet e difficili da individuare sia alla vista che al tatto.  

A livello di performance il Kindle Fire HD 8,9, che monta un chip dual-core 1.5GHz OMAP 4470, si è comportato bene nella riproduzione di filmati (a patto che fosse attivata l'accelerazione video), ha mantenuto quasi sempre reattiva l'interfaccia e non è stato messo in difficoltà nemmeno da giochi molto recenti (come Asphalt 8).

Più che buona l'autonomia, e in linea con la concorrenza: si aggira sulle dieci ore e permette di utilizzarlo con tranquillità per varie attività anche nel corso di più giorni senza doversi preoccupare di tenere d'occhio l'icona della batteria o brutte sorprese. Di contro la connettività (solo) WiFi, che è dual-band con doppia antenna, non ha brillato, penalizzando i download più pesanti (musica, riviste, alcune app): la causa è probabilmente l'access point non nuovissimo e una rete casalinga molto eterogenea che ipotizzo abbia tarpato il potenziale del tablet.

Kindle-Fire-HD-retro_emb8.jpg

Amazon rimarca che il Kindle Fire HD ha un "audio Dolby esclusivo, altoparlanti stereo e software di auto-ottimizzazione". La qualità riproduzione del suono dai piccoli altoparlanti integrati nel retro è effettivamente buona e permette di evitare di usare le cuffie per vedere un video su YouTube o di ascoltare qualcosa mentre si gira per il web, si aggiorna il blog, o ci si allontana dal tablet.  

Non è un tablet Android

Chiariamo subito una cosa: il Kindle Fire HD non è la scelta giusta per chi cerca un tablet Android. Seppure basato sul lavoro di Google, il suo sistema operativo è stato modificato sostanzialmente e piegato alle esigenze di Amazon. A meno di intervenire pesantemente via software, è impossibile personalizzare l'interfaccia o attingere all'intero parco software Android, in particolare ai software di Google. Quasi tutto ciò che c'è a schermo, spinge l'utente all'acquisto presso Amazon, con un utilizzo a pie' spinto di suggerimenti contestuali.

Detto questo, bisogna riconoscere ad Amazon una buona cura grafica generale, attenzione ai dettagli (molto nelle le immagini che appaiono al risveglio del tablet) e una certa originalità dell'interfaccia generale. La "home" del Kindle Fire non assomiglia a quella dei tablet Android o dell'iPad ma più alla vista "Cover Flow" di iTunes.

Kindle-Fire-HD-Home_emb8.jpg

In alto troviamo la ricerca e le varie voci con cui accedere agli ambiti e alle attività generali: Acquista, Giochi, Applicazioni, Libri, Musica, Web, Video, Foto, Documenti. Al centro, con una "giostra" di icone e anteprime, abbiamo tutti gli ultimi contenuti visti, fruiti o scaricati di recente, che possiamo scorrere e aprire. In basso troviamo suggerimenti per ulteriori acquisti (o download gratuiti) e una sezione per richiamare software o contenuti "preferiti".

È comunque possibile caricare i propri mp3, filmati, libri e quant'altro e vederli comparire nella home e nelle app di sistema o di terzi preposte alla riproduzione. Il sistema operativo del Kindle Fire integra l'accesso allo spazio sul servizio di archiviazione cloud di Amazon, che si può utilizzare per archiviare online i file di Giochi, Applicazioni, Libri, Musica, Foto e Documenti e scaricarli in locale con pochi tap.

Kindle-Fire-HD-Libri-sul-dispositivo_emb8.jpg

 

Meglio grande che piccolo

Il Kindle Fire HD 8,9 fa parte di una famiglia di tablet che include tre modelli. Due hanno uno schermo da 7" e l'HD non solo ha una potenza maggiore, suono Dolby, connettività WiFi migliore, capacità di archiviazione di 16/32 GB invece che di soli 8 GB, ma soprattutto ha un display ad alta densità nitido e luminoso. Il Kindle Fire "grande" è solo HD, con uno schermo ad alta densità da 1920x1200 che supporta filmati sino a 1080p.

Prima del fratello maggiore ho avuto l'occasione di provare per un po' anche il Kindle Fire HD da 7" che si è comportato egregiamente per molte delle attività. In alcuni casi, però, i sette pollici sono risultati stretti se non proprio frustranti. Navigazione dei siti web, utilizzo delle app, giocare e guardare i filmati guadagnano molto dai (quasi) due pollici in più diventando più comode e spettacolari. E attività come la lettura di riviste e fumetti, che va fatta in modalità ritratto (in cui non si può nemmeno fare zoom liberamente), diventano fattibili. 

Cosa manca

Quello che dovrebbe essere un punto di forza del Kindle Fire HD, ovvero la fruizione di libri illustrati, riviste e fumetti, purtroppo risulta sminuito dalla poca scelta nel catalogo, dalle limitazioni insite nei prodotti e dal metodo di visualizzazione.
I volumi illustrati in lingua italiana sono pochi e spesso non pronti per uno schermo HD: le immagini possono infatti essere generalmente ingrandite ma risultano praticamente sempre a bassa risoluzione. I fumetti non occupano tutto lo schermo, non possono essere zoomati liberamente, e talvolta la lettura guidata e gli scarsi ingrandimenti concessi non sono abbastanza per leggere i testi e nemmeno apprezzare i disegni.

Un discorso simile va fatto per film e in generale per i contenuti video. Per ora non possiamo acquistare film o serie da Amazon e la sezione "Video" va riempita esclusivamente copiando materiale dal proprio PC o dal Mac (su cui tralaltro bisogna installare un'utility un po' grezza). Inoltre l'applicazione di sistema è estremamente limitata e visualizza solo i file in formato MP4: per vedere ad esempio i .AVI, bisogna andare sull'App Shop e scaricare un'applicazione di terzi come MoboPlayer , o VLC for Kindle).  
Meno grave ma comunque problematico è il non poter installare facilmente o per nulla molti dei programmi importanti già esistenti per Android. Per ora l'offerta dell'App-Shop di Amazon impallidisce al confronto con quella di Google Play e sebbene in alcuni casi sia possibile installare il software da siti esterni (due esempi sono il client di Dropbox, e il browser Firefox), ci sono lacune abbastanza eclatanti come Google Chrome, Google Maps o Instagram. 
 

Gli accessori (indispensabili e non)

Amazon è riuscita a mantenere contenuto il prezzo del Kindle Fire HD: il modello con schermo da 8,9 pollici e capienza di 16 GB provato costa 269 Euro e il top di gamma, con il doppio della memoria di archiviazione, ne costa 299. Insieme al Kindle non viene però fornito nessun accessorio, solo un cavo USB e uno scarno foglietto con la guida rapida. Se della custodia si può probabilmente fare a meno, è praticamente indispensabile spendere altri 15-20 Euro per il Caricatore a corrente Kindle PowerFast . Il caricatore riduce a circa quattro ore i tempi di ricarica del tablet da 8,9" (gli altri impiegano un po' meno), che altrimenti deve restare collegato alla porta USB di un computer acceso per un'intera giornata.

Conclusioni

Il Kindle Fire HD 8,9" è un tablet che si rivolge esplicitamente all'utenza "consumer" che vuole un dispositivo non troppo costoso ma ben realizzato ed affidabile per acquisire e fruire contenuti digitali.

Per molti versi (costo, ecosistema, qualità costruttiva e cura dei dettagli) il tablet di Amazon si pone come una valida via di mezzo tra l'iPad di Apple e i tablet Android di fascia medio-alta e alta. Nello specifico è ideale per chi è un utilizzatore (e acquirente) assiduo con un ebook reader Kindle, di cui è un complemento ideale.
Il Fire HD integra ed espande l'esperienza d'uso del Kindle permettendo di leggere sul tablet tutti i testi già acquistati, a cui si aggiungono libri illustrati, riviste, fumetti, musica, software, giochi, e altri contenuti. È possibile caricare il tablet con libri, musica, video ed app propri, il Kindle Fire e la sua interfaccia propongono e spingono con insistenza all'acquisto di beni digitali (e non) sullo Store online di Amazon, che però deve oggettivamente incrementare un po' sia la quantità che la qualità del catalogo se vuole sfruttare appieno il potenziale del tablet che propone.

Nota: si ringrazia Mirandola Comunicazione e Amazon Italia per aver fornito i Kindle Fire HD per le prove.
Grazie a Serena Di Virgilio per la collaborazione nella stesura dell'articolo e nella realizzazione delle immagini.

© Riproduzione Riservata

Commenti