Liquid_Jade_Z_black_HERO
Smartphone & Tablet

Acer: Liquid Jade Z e le altre novità del MWC 2015

Uno smartphone LTE, un braccialetto multi-OS, due terminali Android e un Windows Phone low-cost. Tutti gli annunci della casa taiwanese a Barcellona

Jason Chen ci aveva avvertiti. Acer non ha nessuna intenzione di lasciare ad altri le redini del segmento più effervescente del mercato tecnologico, quello degli smartphone. E lavorerà sodo per dare ai consumatori tutto quello che hanno sempre cercato in un dispositivo mobile a un prezzo finalmente abbordabile.

Le parole del CEO della casa taiwanese sembrano risuonare come un’eco sottile ma incessante fra gli stand del Mobile World Congress di Barcellona, laddove Acer ha piazzato i suoi primi modelli del 2015: un sottilissimo smartphone LTE, un braccialetto multi-OS, due terminali Android e un Windows Phone low-cost. Tutti insieme costano 575 euro, praticamente la metà del solo iPhone 6 Plus. Il che suona come una provocazione non solo nei confronti di Apple, ma anche verso tutti quei brand che ancora pensano di poter chiedere ai consumatori un “conto” da 600/700 euro di media per un telefonino intelligente.

 

Acer Liquid Jade Z: LTE da 199 euro
La novità più interessante è senza dubbio il nuovo Liquid Jade Z, ennesima variazione sul tema di una filosofia che sta molto a cuore alla casa di Taipei: quella secondo cui lo smartphone deve essere bello a vedersi, performante ed economico. Qualità che al nuovo Acer Liquid Jade Z non mancano di certo. La silhouette tutta curve, gli ingombri ridottissimi (7,9 mm di spessore e un peso di soli 110 grammi) e il cartellino (199 euro) rappresentano tre colpi al cuore dell’utente che vaga a zonzo per il punto vendita alla ricerca dell’offerta da prendere al volo. Ma è soprattutto sul piano tecnico che il nuovo Android-Phone della famiglia Jade vuol farsi notare. Se il display (da 5 pollici, HD) appare tutto sommato in linea con le specifiche della concorrenza, la connettività (LTE) e la dotazione fotografica (due obiettivi in dotazione, rispettivamente da 5 e 13 megapixel) sono di rango superiore. Nel mezzo, un processore quad-core Mediatek con architettura a 64 bit, motore ormai collaudatissimo soprattutto nel mondo Android.

Acer Liquid Z220 e Z520: maeggevoli e multimediali
Scendendo un po’ più in basso nel nuovo catalogo Acer, troviamo i nuovi Liquid Z220 e Z520, due modelli che a dispetto del prezzo stracciato (rispettivamente 89 e 129 euro) nascondono sotto il cofano tutta una serie di risorse che non vanno trascurate. Lo Z220 è di fatto il primo smartphone Acer equipaggiato nativamente con la nuova versione di Android (Lollipop) ed è, con i suoi 4 pollici di diagonale, uno dei terminali più maneggevoli della nuova collezione della casa. Certo, le specifiche non rappresentano lo stato dell’arte della tecnologia mobile, ma a ben guardare le risorse chiave sono più o meno le stesse di un iPhone 4, terminale che a dispetto degli anni è ancora piuttosto apprezzato: display da 800 x 480 pixel di risoluzione, processore dual-core, 8 GB di memoria fisica, 1 GB di Ram e doppia fotocamera da 2 e 5 megapixel.

Liquid_Z220_HERO

Acer Liquid Z220 – Credits: Acer

Lo Z520 sembra ammiccare in modo più deciso agli amanti della multimedialità. Qui la fotocamera principale si spinge a 8 megapixel di risoluzione ma soprattutto aggiunge tutta una serie di feature - come il flash LED, l’autofocus e il controllo vocale - richieste a gran voce dagli utenti col pallino della fotografia smart. Buone notizie anche in ambito audio: il Liquid Z520 si presenta infatti con un sistema DTS Studio Sound integrato che promette una resa sonora decisamente più robusta della media.

Acer Liquid M220: la prima volta con Windows 8.1
Il filo diretto con Microsoft, uno dei partner storici di Acer nel mondo PC, ha una sua estensione anche sul fronte smartphone e lo si capisce guardando il nuovo Liquid M220, che è poi il primo smartphone della casa taiwanese motorizzato Windows 8.1. I tratti distintivi sono più o meno gli stessi dello Z220 (display da 4 pollici e 233 PPI, doppia fotocamera da 2 e 5 megapixel, 8 GB di memoria), solo che qui si parla una lingua completamente differente, quella dei piastrelloni animati di Windows. L’aggiornamento all’ultima versione del sistema operativo (Windows Phone 8.1) garantisce al Liquid M220 la compatibilità con tutto il pacchetto di funzionalità disegnate da Redmond: Office, Skype, OneDrive e l’assistente virtuale Cortana sono di serie. Il dispositivo, che verrà proposto a un prezzo suggerito di 79 euro, sarà aggiornabile a Windows 10 al momento del rilascio.

Acer Liquid Leap+: il braccialetto si è fatto multi-OS
Il nome lascia già intuire quali sono le rinnovate intenzioni di Acer: migliorare, nella forma e nella sostanza, l’appeal del suo primo dispositivo indossabile. Obiettivo che a primo acchito sembrerebbe centrato: il nuovo Acer Liquid Leap+ si presenta infatti con un design più armonico ma soprattutto con una interoperabilità più estesa a livello di accoppiamento smartphone: oltre ad Android ed iOS arriva infatti la compatibilità con il mondo Windows Phone, vantaggio non indifferente nell’attuale panorama wearable.
Dal punto di vista tecnico, il nuovo Acer Liquid Leap+ mette sul piatto uno schermo touch da 1 pollici con protezione IPX7 (significa in parole povere resistente all’acqua per immersioni temporanee), “scalzabile” dal supporto in gomma. Abbastanza ampio il carnet di notifiche: si va dalle chiamate e messaggi al controllo musicale (play, pausa, precedente, brano successivo), dalla misura dei passi al tracking del sonno e delle calorie bruciate.

Liquid_Leap+_HERO

Acer Liquid Leap+ – Credits: Acer

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Acer: il PC si è fatto smart(phone)

Jason Chen, CEO di Acer, ci spiega la sua visione del mercato. E avverte i big del mobile: la vostra parabola sarà come quella degli (ex) giganti dei PC

Commenti