Da Las Vegas

Fra i migliori smartphone usciti lo scorso anno, è doveroso menzionare il Lumia 950, primo modello in assoluto a montare Windows 10, nonché a consentire la trasposizione - via docking station - dell'intera esperienza utente verso un monitor o una tv esterna.

I 15 migliori smartphone del 2015


Ebbene, al CES di Las Vegas, si è visto quello può essere considerato a tutti gli effetti la prima vera alternativa alla nuova ammiraglia di Microsoft. Si tratta del nuovo Acer Liquid Jade Primo, dispositivo che condivide con il nuovo Lumia sia l’anima software (Windows 10 per l’appunto), che tutta una serie di funzionalità software piuttosto evolute.

In concreto, il nuovo Acer Jade Primo è uno smartphone da 5,5 pollici dalle linee molto pulite - per ridurre lo spessore Acer ha ridotto il gap fra vetro e touch screen e ha utilizzato una tecnologia laser per l’intergrazione dell’antenna nella cover posteriore - che ospita al suo interno un processore a dieci core (Qualcomm Snapdragon 808) e 3 GB di RAM. La dotazione prevede inoltre una capacità base di 32 GB di memopria interna, una porta USB Type-C per la ricarica e lo scambio dati e una fotocamera principale da 21 megapixel con doppio flash LED e funzionalità video 4K.

Ma, inutile girarci intorno, la parte più succosa del dispositivo sta nelle varie funzionalità software ricevute in dote dal nuovo sistema operativo di Microsoft, prima fra tutte Continuum. Come già il Lumia 950, in pratica, anche il Liquid Jade Primo può essere collegato a un display esterno (o a una TV) fungendo così da vero e proprio PC virtuale, con tanto di mouse e tastiera connessi via Bluetooth (opzionali).

Il risultato, spiega Acer in una nota, è un incremento del livello del multitasking, senza però alcun compromesso a livello prestazionale. Un sistema di raffreddamento dedicato, si preoccupa infatti di dissipare il calore del processore quando il telefono viene messo sotto pressione.

Acer Liquid Jade Primo sarà disponibile dalla fine del mese di gennaio con prezzi a partire da 649; nel costo è già inclusa la docking per il collegamento alle periferiche.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti