Smartphone & Tablet

I 7 migliori nuovi smartphone svelati all'Ifa 2014

I dispositivi più interessanti presentati a Berlino, che brillano per originalità, prestazioni o prezzo 

Il Galaxy Note Edge di Samsung – Credits: Samsung press office

da Berlino

Sarà per timore dell’iPhone 6, o per battere almeno sul tempo il nuovo telefono della Apple. Sarà perché ormai elettrodomestici, diffusori, stampanti, console e tv si comandano dal telefonino. Sarà, forse più banalmente, perché il prodotto giusto può trasformarsi in un torrente di profitti, il che non è male in questi tempi difficili per tutti, inclusa la positivista (per definizione) tecnologia. Fatto sta che gli smartphone sono i veri, assoluti protagonisti della fiera dell’elettronica di consumo in corso a Berlino. Di annunci, tra grandi brand, realtà in crescita, ambiziosi sconosciuti, ne abbiamo contati a decine. Troppi. Serviva una bussola. Abbiamo scelto i prodotti che, per un motivo o per un altro – originalità, prestazioni, prezzo – ci hanno convinto di più. Eccoli.      

Samsung Galaxy Edge
Com’è fatto – Ha un display da 5,6 pollici che curva su un lato. In questa piccola porzione di schermo è sempre possibile, con una rapida occhiata, scorgere se ci sono nuove notifiche, anche quando il prodotto è chiuso all’interno di una cover. Lo spessore è di 8,3 millimetri, c’è una fotocamera da 16 megapixel che gira video in 4K.
Perché è speciale – Introduce un form factor inedito, con un potenziale di praticità davvero interessante. Samsung ha saputo mettere a frutto con intelligenza l’esperienza consolidata nella costruzione dei display curvi delle tv e dei cellulari stessi, proponendo una variante che sembra avere molto senso e prospettive. Non è ancora noto se e quando arriverà in Italia, in ogni caso sarà reperibile on line. Per il lancio si parla di ottobre. Non c’è un prezzo ufficiale, alcune voci dicono che il listino supererà gli 800 euro.

Nokia Lumia 735
Com’è fatto – Dedicato a chi ama fare i selfie, anche di gruppo (chiamateli come più vi piace), grazie alla fotocamera frontale (di regola dal sensore deludente) da 5 megapixel. Bonus utile per videochiamate su Skype di qualità. Lo schermo è da 4,7 pollici, si viaggia velocissimi grazie alla connettività LTE di serie.
Perché è speciale – Ha un prezzo davvero interessante - 219 euro, tasse escluse - e così può strizzare l’occhio a una fascia di consumatori giovane, attenta al design – in stile Lumia, davvero niente male – e a piccoli effetti speciali tecnologici come la ricarica wireless. Arriva prestissimo: durante il mese di settembre.

Huawei Ascend Mate7
Com’è fatto – Ha un display Full Hd da 6 pollici, è spesso appena 7,9 millimetri, pesa 185 grammi, ha un potentissimo processore octa-core e una batteria da ben 4.100 mAh. Insomma, è una vera potenza. E svetta, tanto, anche per il look: disponibile in argento, nero e oro, per il 95 per cento è fatto di metallo. La sensazione, diciamolo, un po’ cheap della plastica, qui non c’è.
Perché è speciale – La casa cinese non è più una sorpresa, i suoi prodotti sono convincenti e al contempo aggressivi nel prezzo. Qui siamo a 499 euro, quasi 300 in meno rispetto a dispositivi analoghi della concorrenza, anzi con prestazioni inferiori. Il primo contatto alla fiera ci ha lasciato davvero un’ottima impressione. E poi rileva le impronte digitali, così potete dimenticarvi la scocciatura delle password.

Panasonic FZ-X1
Com’è fatto – Qui siamo all’opposto della filosofia del gioiellino delicato da trattare con la massima cura, perché se cade si rompe e poi sono lacrime. Alla presentazione esclusiva in un hotel di Berlino, a cui Panorama.it ha potuto partecipare, questo smartphone con una scocca durissima è stato strapazzato senza ritegno: immerso in acqua gelida, lanciato a terra, stressato oltre quanto è verosimile possa accadere a un cellulare. Ecco, se siete tremendamente goffi e imbranati, o fatte un lavoro in cui i vostri dispositivi finiscono regolarmente sotto assurdo stress, fa per voi. Ha 5 pollici, sistema operativo Android, connettività 4G, tre microfoni per cancellare il rumore di fondo (per capirci, se telefonate da un cantiere, è una benedizione), una batteria monstre da 6.200 mAh per usarlo 14 ore di fila in modo assiduo o per 23 ore in conversazione.  
Perché è speciale – Se ancora non bastasse, regge a temperature che oscillano tra meno venti e più sessanta gradi, dai poli al deserto, se la ride durante urti, vibrazioni e umidità. Certo, tanti lussi si pagano. È già disponibile a 1.385 euro (iva esclusa). C’è anche una versione con a bordo Windows, il Toughpad FZ-E1. Arriva a novembre e avrà un prezzo di partenza di 1.428 euro (sempre iva esclusa).

Sony Xperia Z3 Compact
Com’è fatto – La versione più piccola del fratello maggiore Z3: 8,6 millimetri di spessore, 129 grammi di peso, display da 4,6 pollici, fotocamera superlativa da ben 20,7 megapixel. Resistente all’acqua, ha un processore quad-core e un design parecchio gradevole. I colori, dall’arancio al verde, fino agli immancabili bianco (davvero bello) e nero (molto elegante), accontentano i gusti di tutti, dai più estrosi ai più conservatori.  
Perché è speciale – In questa mania di gigantismo che spinge i display ad avvicinarsi e raggiungere i sei pollici, sconfinando nel terreno dei tablet, questi 4,6 pollici sono una dimensione sensata (con l’iPhone 6 siamo lì) per chi non vuole mettersi in tasca un gigante che ignora la discrezione. Il prezzo è un altro punto di forza: 499 euro, per una macchina di primissima fascia. Da noi arriva a metà ottobre.

Wiko Highway 4G
Com’è fatto – Evoluzione del top di gamma della casa francese, che ancora una volta mostra di avere i numeri e introducendo un processore Nvidia Tegra quad core con Lte integrato, per navigare ad alta velocità. Il display è un Full Hd da 5 pollici, la fotocamera posteriore da 16 megapixel, quella anteriore da ben 8, così se amate i selfie farete un figurone. Cinque i colori tra cui scegliere, inclusi blu, viola e arancione.
Perché è speciale – Il prezzo è un valore e non deve per forza coincidere con una rinuncia sul piano delle prestazioni. Qui i due elementi convivono: pedigree tecnico all’altezza di ogni uso e listino per molte più tasche di altri e vari modelli della concorrenza. Costerà circa 300 euro e arriverà a ottobre. Inoltre, francamente, 5 pollici ci sembrano la dimensione migliore per godersi uno smartphone e le sue tante braccia multimediali senza scivolare sugli eccessi.

Acer Liquid Z500
Com’è fatto – Si presenta bene ed è piacevole da tenere in mano. Ritroviamo e promuoviamo i 5 pollici, c’è una fotocamera da 8 megapixel che sfrutta una tecnologia proprietaria per ottenere buoni risultati anche quando la luminosità è scarsa, lo spessore è di soli 8,65 millimetri.
Perché è speciale – Vuole pensionare gli altoparlanti portatili da collegare via Bluetooth al telefonino (onnipresenti, all’Ifa) integrando due diffusori frontali da cui il suono esce potente e nitido grazie al sistema DTS Studio Sound. E non è l’unico punto di forza: disponibile da metà settembre, costerà solo 149 euro.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti