maiyadi-appstore
Sicurezza

WireLurker: come tenere al sicuro iPhone e Mac

Poche utili regole per evitare sorprese spiacevoli su OS X e dispositivi iOS

Proteggersi dal "virus" che colpisce gli utenti Macintosh e iPhone e si propaga via USB? Non è affatto difficile, basta un po' di attenzione e di buonsenso, ed evitare software di provenienza dubbia.

WireLurker non si diffonde da solo ma è un malware che richiede la collaborazione attiva dell'utente (o perlomeno un bel po' disattenzione) durante l'installazione sui dispositivi iOS e soprattutto colpisce chi scarica software per vie illegali.
Le applicazioni disponibili sull'App Store di Apple non sono affatto rischio: lo sono invece quelle presenti su uno Store di terzi, di origine cinese, pieno di app piratate che contengono codice malevolo, come già successo in passato.

Apple ha dichiarato di essere a conoscenza dell'origine del problema e ha già aggiornato il suo software di protezione interno in OS X che riconosce e avvisa se si esegue del software contenente WireLurker.

Ecco una lista di semplici consigli pratici per stare alla larga da questa e altre minacce simili:

  1. Evitare software commerciale piratato (nonostante l'indubbia attrattiva) e se possibile evitare anche il jailbreak dei dispositivi iOS, che rimuove tutta una serie di protezioni di Apple.

  2. Scaricare programmi solo dall'App Store di Apple e/o da fonti ufficiali e certificate. Su Macintosh ci si può ulteriormente cautelare impostando nel pannello di controllo "Sicurezza e Privacy" solo la prima o la seconda opzione in "Consenti app scaricate da:", evitando "Dovunque".

    266281

  3. Evitare di utilizzare computer di terzi, potenzialmente a rischio, per installare nuove app sui propri dispositivi iOS.

  4. Se durante il trasferimento/sincronizzazione delle app via iTunes compaiono a sorpresa certificati "aziendali" da accettare o richieste di autorizzazione, evitare di confermare o premere "continua" ma interrompere l'operazione.


E se si è già infettati da WireLurker? Nessun problema: MacIssues ha istruzioni dettagliate per rimuovere la minaccia sia su Mac che su iOS, previo un bel backup dei dati.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti