Sicurezza

Natale tempo di truffe su Internet: ecco come difendersi

Spendere poco per i regali è l’obiettivo di tutti ma hacker e criminali della rete sono pronti a fregarvi. Ecco dove si nascondono

Smartphone, tablet, viaggi e app tra le truffe del Natale 2012. Credits: istolethetv, Flickr

Digerite le abbuffate del Black Friday e Cyber Monday è oramai tempo di comprare i regali di Natale. In tempi di crisi molti italiani approfitteranno delle offerte su internet per acquistare i doni per parenti e amici sperando di risparmiare il più possibile, anche sugli ultimi gadget tecnologici. Ma il truffatore è sempre dietro l’angolo, pronto ad approfittare di una mossa falsa dei navigatori, per rubare quanto più possibile, dai dati della carta di credito alle informazioni personali da rivendere in Rete.

Anche se l’Italia è ampiamente tra le nazioni più digitalizzate al mondo, la cultura della protezione online non è sempre adeguata e ogni anno si perde il conto delle denunce alla Polizia Postale per truffe sul web. E’ per questo che l’azienda di sicurezza informatica McAfee ha realizzato una guida sullo shopping natalizio online e mobile (smartphone e tablet) per informare le persone sulle principali minacce presenti negli acquisti internet. Lo studio ha coinvolto più di 2 mila utenti che hanno contribuiti ad individuare le macro aree preferite per lo shopping digitale. Grazie a queste premesse, McAfee ha stilato la lista delle Truffe di Natale , che indicano i sistemi con i quali gli hacker cercheranno di ingannare gli utenti da qui all'arrivo delle Feste. Ecco i rischi principali.

Attenzione ai social media
Molti utilizzeranno le piattaforme social per contattare amici e parenti durante le vacanze, magari quelli più lontani per fare gli auguri. Il problema è che gli hacker sanno che gli iscritti chatteranno molto in questo periodo e allora quale posto migliore per cercare di ingannarli? I truffatori utilizzano canali social, come Facebook e Twitter, proprio come se fossero dei client email. Fate attenzione quindi a Pagine Fan che non si conoscono, oppure a link inviati con messaggi di Facebook da persone che conosciamo. Magari hanno preso un virus e non lo sappiamo; un metodo molto virale per indirizzare su siti web fraudolenti. Attenzione particolarmente ai link ricevuti su Twitter. A causa dell’accorciamento degli URL non potete sapere a cosa punta il collegamento.
Tip: utilizzate i social solo per farvi gli affari degli altri e chattare. Evitate di cliccare su contenuti inviati via messaggio, al limite chiedete al contatto se davvero ve lo ha inviato lui.

App dannose
Gli store mobili cominciano a riempirsi si applicazioni natalizie, sfondi e screensaver da installare sul proprio dispositivo. Se su iOS è più difficile trovare un’app maligna, su Android è molto più facile imbattersi in software che contengono virus o malware. Nonostante questo l’unico mezzo per essere sicuri di installare un’app che non ha nulla di strano è leggere i commenti degli utenti. I principali negozi online non li cancellano anzi, tendono a tenere tutti i commenti sia negativi che positivi, per validare meglio l’app pubblicata. Inoltre si dovrebbe fare sempre a meno di app crackate e scaricate da forum e piattaforme non autorizzate. Sono i luoghi migliori se volete beccarvi un bel virus.
Tip: installate un buon antivirus e leggete sempre i commenti in fondo alla descrizione dell’app.

Viaggi truffa
Quale modo migliore per andare a farsi una bella settimana bianca se non comprare un last minute online? Prima di prenotare però bisogna tenere a mente alcune cose. Prima di tutto i truffatori cercheranno di accalappiarvi con offerte talmente basse da essere impossibili. Le pagine web con belle immagini di spiagge e mercatini natalizi a prezzi stracciati vengono spesso utilizzate per rubare i dati sensibili dei navigatori. Non dimenticate inoltre la sicurezza in viaggio: l’FBI ha di recente avvisato i viaggiatori che le connessioni Wi-Fi aperte degli alberghi possono essere un buon metodo di comunicazione con i truffatori. Evitate quindi di utilizzare piattaforme di home banking e di gestione dei dati personali quando siete connessi ad una rete Wi-Fi libera. Gratis va bene, ma ci vuole prudenza.
Tip: lasciate perdere le Maldive a 300 euro. Spendete di meno per un bel cenone a casa.

Spam sotto l’albero
Oramai siamo abituai alle mail spam. Italiano poco corretto, annunci di vincite in denaro, occasioni di telelavoro super vantaggiose. Sentiamo puzza di truffa da un chilometro, ma non basta. Durante le vacanze lo spam si vestirà a festa assumendo le sembianze di super offerte natalizie come orologi, vestiti e gadget hi-tech definiti come il “regalo perfetto”. Di perfetto c’è solo il sistema per imbrogliarvi.
Tip: diffidate delle mail offerta, se non inviate da una singola catena/negozio che conoscete.

iPhone 5, iPad Mini tra le offerte più truffate
Gli oggetti Apple godono sempre di un certo alone di eccitazione. S risparmiano soldi per comprarli, pensate cosa vuol dire perdere il gruzzoletto per un click di troppo. I truffatori, una volta attirata la vostra attenzione con banner pubblicitari, cercheranno di rubare i vostri dati semplicemente con una pagina web che ha codice maligno.
Tip: nessuno vi regalerà un nuovo iDevice a prezzo stracciato. Piuttosto cercate nei forum tra quelli usati e prediligete sempre lo scambio a mano.

Beneficenza un tubo!
Una delle più grandi truffe che ritornano ad ogni Natale. I truffatori vogliono beccarci quando siamo più buoni, con i nostri portafogli pronti ad aprirsi per chi ha più bisogno. Basta un testo e un logo rubato al legittimo proprietario, dalla Croce Rossa alle fondazioni di beneficenza, per far pensare che ci sia davvero una raccolta online in favore di bambini e senza tetto. Ad esempio qualche anno fa un truffatore ha lanciato un falso messaggio per una raccolta di fondi della US Navy Veterans Association, racimolando ben 2 milioni di dollari in cinque anni.Tip: se volete regalare un sorriso a qualcuno andate sui siti ufficiali delle fondazioni e organizzazioni più conosciute; se ricevete qualche comunicazione via email assicuratevi che la raccolta sia vera, contattando lo stesso mittente.

Il pericolo viaggia nelle cartoline elettroniche
Le cartoline elettroniche sono un metodo veloce con il quale inviare messaggi di auguri per il web. Anche se la maggior parte sono sicure e per nulla dannose, alcune possono contenere spyware o virus che si installa una volta cliccato su un file allegato.
Tip: assicurarsi che la cartolina proviene da un contatto e un sito web conosciuto controllando la reale presenza sul web e non cliccare mai su file allegati, la maggior parte sono visibili già nell'anteprima del testo.

Falsi annunci
Il web resta il posto migliore dove cercate offerte e sconti per regali. Si deve prestare particolare attenzione a offerte fasulle che chiedono informazioni troppo personali nel momento dell’acquisto oppure piattaforme di transazione economica non sicure.
Tip: Quando si decide di acquistare un oggetto su internet meglio pagare in contanti oppure scegliere il pagamento in contrassegno e non prima di ricevere l’articolo.

Seguimi su Twitter: @Connessioni

© Riproduzione Riservata

Commenti