Sicurezza

Trend Micro "2020": quando la cyber-security non è finzione

L’azienda giapponese, assieme a Europol e ICSPA, ha realizzato una mini serie che disegna un cyber-futuro apocalittico. Non lontano dalla realtà 

– Credits: Una schermata del primo episodio della web serie "2020"

Avevamo scritto del progetto “2020” lo scorso novembre, quando avevamo accostato la web serie sui pericoli della privacy nell’era digitale a Watch Dogs, il videogame in arrivo in primavera per le console domestiche, che racconta una città degli Stati Uniti vittima della troppa digitalizzazione. Non a caso i due prodotti si assomigliano. Da un lato una serie con attori in carne ed ossa, dall’altro un’esperienza interattiva che godrà, speriamo molto, delle innovazioni della next-gen. Il filo comune che li lega entrambi è, come avrete capito, il tema della privacy digitale in un mondo oramai iperconnesso, non più capace di “mettersi offline”.

In attesa di provare direttamente Watch Dogs, raccontiamo “2020”, la serie prodotta da TrendMicro , azienda giapponese che lavora da anni nel settore della sicurezza informatica. Il progetto “2020” è il risultato di diverse attività. Non si tratta solo di un prodotto multimediale, sicuramente di appeal nei confronti del pubblico, ma di una serie di analisi e report sulle attuali minacce digitali, scaturite dai trend correnti e da proiezioni su ciò che potrebbe accadere nel mondo digitale.

 

Il risultato è una descrizione di un futuro non così lontano dove l’arrivo di un attacco cyber viene visto sotto diversi punti di vista: dal semplice cittadino della rete alle aziende di settore passando per gli enti governativi. Una prospettiva che, anche in questo caso, si basa su una realtà verosimile vista la condivisione del plot con l’Europol e i membri del ICSPA International Cyber Security Protection Alliance. Dallo studio del panorama cibernetico attuale i tre soggetti hanno realizzato un white paper dal titolo emblematico: “Progetto 2020: scenari cyber criminali dal futuro” che riesce ad offrire tutte le probabili ipotesi su quello che sarà il cyber crimine. L’obiettivo è quello di fornire a governi, aziende e cittadini gli strumenti necessari per prepararsi al prossimo decennio.

Da qualche giorno TrendMicro Italia ha lanciato un mini sito dove è possibile vedere tutti i 9 episodi della web serie sottotitolati in italiano. “Ciò che risulta chiaro da questo progetto è che bisogna focalizzarsi maggiormente sulla protezione delle vite digitali delle persone comuni, che spesso si articolano in diversi profili, ognuno con il suo punto debole – dice Gastone Nencini, Country Manager Trend Micro Italia –perciò dobbiamo imparare a mettere in sicurezza l’internet delle cose a livello di rete, di pari passo con la sua crescita, per cercare di scoraggiare da subito eventuali progetti cyber-criminali. Ma in ogni caso è bene ricordarsi che l’aspetto fondamentale è proteggere gli utenti, piuttosto che i dispositivi in sé, nonostante la crescita di quest’ultimi sia irrefrenabile”.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti