Sicurezza

Coppa del Mondo 2014, in Brasile sbarcano i robot

Altro che pallone, ai Mondiali è pronto un intero esercito di droidi e PackBot per controllare stadi ed eventi

Credits: pdxdownhill, Flickr

Quando si tratta di calcio la tecnologia non è sempre bene accetta. Tra moviole, goal fantasma e doppi arbitri, il rettangolo verde non ha mai accettato di buon grado le innovazioni hi-tech, o almeno non da parte di macro federazioni e leghe. L’innovazione può essere di aiuto, e condivisa unilateralmente, quando si tratta di sicurezza soprattutto ad un evento planetario come la Coppa del Mondo. La prossima si svolgerà, come tutti sanno, in Brasile, paese bellissimo ma non privo di problemi di sicurezza e ordine pubblico.

Un aiuto nell'organizzazione e gestione del grande flusso di persone presenti alla World Cup 2014 arriverà dalla iRobot , azienda statunitense che si occupa di sistemi hi-tech computerizzati, produttrice dell’aspirapolvere automatico Roomba e di robot militari come i PackBot . Proprio questi ultimi entreranno a far parte dell’esercito militare atto a salvaguardare i prossimi Mondiali, con 30 unità pronte a monitorare gli ampi spazi accanto agli stadi e ai luoghi dove si svolgeranno gli eventi correlati alla kermesse calcistica.

Utilizzati già in Iraq, Afghanistan e nelle stanze della centrale giapponese di Fukushima, i PackBot vengono comandati da remoto con un controller stile videogioco che lo rende più familiare e maneggevole per gli operatori.  Ogni unità ha una fotocamera che permette alle pattuglie addette di analizzare da vicino persone e oggetti sospetti o esplorare ambienti angusti mantenendo l’incolumità personale al sicuro. Come ha riferito Cnet, i PackBot lavoreranno assieme a migliaia di soldati in ognuna delle dodici città che ospitano il Mondiale del prossimo anno.

Per individuare possibili pericoli la polizia brasiliana avrà a disposizione un paio di occhiali con telecamere che permettono il riconoscimento facciale che possono scovare un volto tra 400 immagini al secondo in mezzo ad un database di almeno 13 milioni di persone. E non è tutto: sempre secondo Cnet, il Brasile avrebbe acquistato quattro differenti droni di fabbricazione israeliana per supportare gli interventi di sicurezza durante la Confederations Cup organizzata dalla Fifa, che si terrà in Brasile a partire dal 15 giugno prossimo (e dove parteciperà anche l’Italia ). L’obiettivo è di rendere le prossime competizioni internazionali sicure e prive di rischi di sicurezza. Per realizzare un simile progetto sono serviti, almeno fino ad ora, 900 milioni di dollari spesi in attrezzature di controllo tra cui elicotteri e sistemi di videosorveglianza. E non è detto che i PackBot non possano fare una comparsa sui campi della prossima RoboCup in Olanda .

 
© Riproduzione Riservata

Commenti