Reflex

Nikon D610, la full frame riveduta e corretta

A solo un anno dal lancio della D600, la casa giallo-nera rinfresca la sua entry-level a pieno formato. Con un modello equipaggiato con un otturatore tutto nuovo

– Credits: Nikon

Le reflex, soprattutto quelle di fascia alta, sono oggetti tutto sommato longevi, tenuto conto che stiamo pur sempre parlando di un mercato sempre affamato di novità qual è quello delle nuove tecnologie. In un contesto di questo tipo suona quanto meno atipico l’annuncio della nuova Nikon D610: la nuova full frame compatta della casa giallo-nera arriva infatti a distanza di solo un anno dalla sua progenitrice, la D600 . Un modello vecchio in origine? No, alla base della decisione c’è, presumibilmente, la volontà di mettere a tacere una volta per tutte le voci su un problema legato all’accumulo di sporco sul sensore .

Non è un caso che la nuova D610 differisca dal vecchio modello essenzialmente per un aspetto, la presenza di un nuovo otturatore, una miglioria che dovrebbe garantire, fra le altre cose, una maggiore velocità di raffica in sequenza (6 fotogrammi al secondo), oltre che una migliore silenziosità di scatto.

L’unità otturatore – scrive in un comunicato Nikon - è stata testata in 150.000 cicli di scatto al fine di valutarne resistenza e precisione. Vanta una gamma di tempi di posa da 1/4000 a 30 sec., un dispositivo di controllo otturatore intelligente dotato di autodiagnostica e un’unità di comando per la riduzione del consumo energetico quando specchio ed otturatore sono attivi per lunghi periodi di tempo come nel caso della registrazione di filmati.

Nikon-D610-2_emb8.jpg

Per il resto la base hardware resta quella già ammiratasulla D600: sensore di immagine in formato FX da 24,3 megapixel, processore di immagini Expeed 3, sistema AF a 39 punti, sensore di misurazione esposimetrica RGB a 2016 pixel, possibilità di registrare filmati in Full HD (1080p) con framerate di 30p, 25p e 24p e opzioni 60p, 50p e 25p a 720p.

Nessuna novità anche per quanto riguarda il prezzo che dovrebbe attestarsi sui 2100 euro per il solo corpo macchina.

 
© Riproduzione Riservata

Commenti