razer leviathan
Mytech

Razer: metti un Leviatano a suonare musica

Leviathan è una barra sonora da utilizzare con PC, televisori, smartphone e tablet. E poi il nero sta bene con tutto

 

Il nome può spaventare ma con il tempo ci si abitua. Razer Leviathan 5.1 è una cosiddetta “soundbar”, per i meno esperti si tratta di una cassa singola dotata di subwoofer capace di trasformare qualsiasi stanza in un concentrato di musica ed effetti audio provenienti da diverse fonti. Si perché il suo pregio è quello di potersi connettere praticamente a qualsiasi dispositivo presente oggi in casa: televisori, console di gioco, PC, smartphone, tablet e lettori mp3.

Marchio di qualità

A molti il nome Razer potrà non suscitare particolari emozioni ma c’è un motivo: per anni l’azienda si è concentrata sullo sviluppo di periferiche audio personali sotto forma di cuffie per lo più specifiche per i videogiocatori. Una categoria che rientra anche oggi nel target di Leviathan ma che per ovvie ragioni musicali si estende a molti altri tipi di utenza.

Dalla Xbox all’iPhone

Noi ad esempio l’abbiamo usata anche per ascoltare le playlist di Spotify sull’iPhone e nonostante il Bluetooth e la distanza tra input e output la qualità è rimasta sempre alta solo con qualche leggero delay al passaggio del brano successivo; il merito di tutto ciò va alla tecnologia senza fili aptX utilizzata da Razer. E come se non bastasse la presenza dell’NFC consente di avvicinare qualsiasi apparecchio dotato di tale supporto per accoppiarlo senza necessità di entrare nelle impostazioni del Bluetooth.

Per quanto riguarda le connessioni “wired” il Leviatano sonante si aggancia ai dispositivi esterni attraverso la porta ottica presente sia negli ultimi modelli di TV che di console domestiche; niente paura però visto che nella confezione c’è l’adattatore per collegare l’impianto ad un supporto analogico.

Il subwoofer

Dite la verità: anni trascorsi ad ascoltare musica in cuffia con lo smartphone e avete dimenticato il significato della parola “bassi”. Razer ci ricorda che il subwoofer può ancora essere un elemento determinante nell’ascolto sonoro pur senza rappresentare un ingombro in casa. Così come la soundbar anche il subwoofer incluso è nero e per questo mantiene un profilo discreto che starà bene in diversi tipi di arredamento. L’importanza dello scatolotto è tale che la barra perde di significato se utilizzata da sola: sarà come avere uno dei tanti amplificatori da una decina di euro utili per intrattenersi durante una doccia ma nulla in confronto ad un mostro del genere, tanto piccolo quanto potente, un vero Leviatano in miniatura. Il prezzo? 249 euro, ma su Amazon qualcosa in meno.

© Riproduzione Riservata

Commenti