Per presentare il nuovo Surface Pro, Microsoft ha scelto la Cina. Decisione insolita, non c’è che dire, che in molti hanno voluto interpretare come un segnale diretto a tutti i produttori orientali: le grandi manifatture tecnologiche si saranno pure spostate a Est, ma quando si tratta di massimizzare le sinergie fra hardware e software poche società al mondo sanno fare la differenza.

Microsoft crede di essere fra questi e lo vuole far capire coi fatti. Il nuovo Surface Pro, in fondo, è soprattutto questo: l’ultimo atto di un percorso iniziato nel 2012 che ha portato la società di Redmond a reinventare il concetto di PC portatile, nel design come nella modalità d’uso.

Design, prestazioni, batteria: le differenze col passato
L’idea che soggiace al prodotto non cambia. Oggi come allora tutto ruota intorno al concetto di 2-in-1: un notebook che all’occorrenza si trasforma in tablet grazie a una cover-tastiera con aggancio magnetico.

A cambiare sono invece i dettagli, come ha voluto sottolineare la stessa Microsoft nel corso della conferenza di Shanghai: i bordi si fanno più dolci e arrotondati, le fotocamere si appiattiscono a livello della cornice, la cerniera posteriore aumenta il suo raggio d’apertura (fino a un’ampiezza massima di 165 gradi) così da migliorare le possibilità di appoggio.

Il risultato è un portatile più sottile e leggero (800 grammi complessivi per 8,5 millimetri di spessore) ma al tempo stesso più potente e longevo rispetto ai suoi predecessori: grazie anche all’impiego dei nuovi processori Intel Core di settima generazione, infatti, il nuovo Surface Pro promette una velocità 2,5 superiore rispetto al Surface Pro 3 e un’autonomia doppia rispetto al Surface Pro 4. Nella lista delle specifiche tecniche si parla di 13,5 ore in modalità riproduzione video.

Senza ventole, anche sui modelli base
Pressoché invariato il numero di porte disponibili (cinque, compresa una USB 3.0) e il display (sempre da 12,3” e 2736 x 1824 pixel di risoluzione). Cambia, invece, il sistema di raffreddamento, che anche nei due modelli entry-level può sfruttare un sistema di dissipazione senza ventole (e quindi più silenzioso). 

Dal punto di vista software, Surface Pro arriva con Windows 10 Pro già preinstallato e una versione di valutazione (durata 30 giorni) di Office 365. Entrambi, ci tiene a sottolineare Microsoft, integreranno nativamente gli strumenti per la scrittura con Surface Pen, e verranno affiancati da Microsoft Whiteboard l'app sviluppata ad hoc per favorire la collaborazione, la produttività e la creatività.

Surface Pen, Surface Dial, Signature Type Cover: come cambiano gli accessori
Con l’annuncio del nuovo Surface Pro, Microsoft ha aggiornato anche parte della sua gamma di accessori dedicati. È il caso di Surface Pen, la penna digitale nata per interagire con gli schermi Surface, è stata rivista con l’aggiunta di silicio nel sistema PixelSense Accelerator. Il che - spiega la stessa Microsoft - si traduce in un’esperienza di scrittura più veloce (si parla del doppio), più precisa (4096 livelli di sensibilità alla pressione) e più reattiva. La penna è infatti inclinabile e rileva automaticamente l’angolo di inclinazione per consentire l’ombreggiatura.

Nuova è anche Signature Type Cover, la caratteristica cover-tastiera con sistema di aggancio magnetico. Che si fa notare per il rivestimento in Alcantare e l’ampio trackpad multi-touch, ma soprattutto per il sistema di ritorno della tastiera che sfrutta un più sofisticato meccanismo a forbice per migliorare la corsa dei tasti (pari a circa 1,3 mm) e, di conseguenza, la qualità e il comfort in fase di scrittura.

Da sottolineare, infine, la compatibilità del nuovo Surface Pro con Surface Dial, il cilindro “magico” lanciato insieme a Surface Studio che può essere posizionato direttamente sullo schermo per modificare, roteare, scorrere gli elementi presenti sui programmi di Windows 10 (perlopiù quelli dedicati a disegno ed editing).

Surface Pro: le configurazioni e i prezzi
Nel complesso sono sei le configurazioni disponibili, a prezzi compresi fra i 959 euro del modello base agli oltre 3.000 euro della versione top. Qui di seguito tutto il listino aggiornato:

• Surface Pro - 128 GB/Intel Core m3/4 GB di RAM: 959 euro
• Surface Pro - 128 GB/Intel Core i5/4 GB di RAM: 1.1169 euro
• Surface Pro - 256 GB/Intel Core i5/8 GB di RAM: 1.499 euro
• Surface Pro - 256 GB/Intel Core i7/8 GB di RAM: 1.829 euro
• Surface Pro - 512 GB/Intel Core i7/16 GB di RAM: 2.549 euro
• Surface Pro - 1 TB/Intel Core i7/16 GB di RAM: 3.149 euro


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti