Mytech

MacBook Air, Apple è pronta al restyling

Più potente e longeva (grazie ai nuovi processori Intel Haswell) ma anche più veloce nei collegamenti senza fili grazie al supporto 802.11ac. Ecco come sarà la nuova gamma di portatili ultraleggeri di Cupertino, il cui annuncio è atteso per la prossima settimana

È il punto di riferimento nel settore dei laptop ultraleggeri e lo si capisce, al di là dei dati di vendita , anche dai numerosi tentativi di imitazione - alcuni per la verità piuttosto smaccati - che arrivano dal mondo dei cosiddetti ultrabook. Il MacBook Air, il portatile light per eccellenza, sarebbe in procinto di subire un nuovo restyling da parte di Apple. A comunicarlo è l’informatissimo 9to5mac , che scommette sull’aggiornamento dell’intera collezione (11 e 13 pollici) già per la prossima settimana in occasione del WWDC, la conferenza con gli sviluppatori di Cupertino.

Poche ma buone le indiscrezioni tecniche trapelate. Le più significative sono quelle che riguardano la presenza della nuova generazione di processori Intel (Haswell) fresca fresca di annuncio, un innesto che potrebbe portare in dote un sostanziale miglioramento nelle prestazioni ma soprattutto nel consumo energetico. La nuova infornata di chipset della società di Santa Clara promette infatti un incremento dell’autonomia fino al 50%. 

KGI dà per scontata anche la presenza di un nuovo microfono integrato (potrebbe essere lo stesso modulo "dual" attualmente installato sui MacBook Pro con display Retina), nell'ottica di un miglior utilizzo di Facetime (e dei servizi di Voip in genere) e delle funzioni basate sul riconoscimento vocale.

Alcune novità potrebbero arrivare anche sul fronte della connettività integrata. La scoperta di una versione di OS X (la 10.8.4), che supporta fra gli altri anche il protocollo 802.11ac Gigabit wireless, lascia infatti presagire un possibile miglioramento nelle velocità di connessione a Internet in modalità Wi-Fi.

C’è molta attesa infine per capire se nell’opera di rinnovamento dei MacBook Air ci sarà spazio per un modello equipaggiato con display Retina. L’ipotesi, per quanto suggestiva (e caldeggiata da buona parte dei fan della Mela), appare però piuttosto dubbia. Un MacBook Air con una risoluzione dello schermo quattro volte maggiore rispetto a quella attuale rischierebbe infatti di cannibalizzare parte delle vendite dei MacBook Pro, per i quali proprio il display Retina rappresenta uno dei punti di forza.

Un’ultima nota sui prezzi. Se, come ipotizza lo stesso 9to5mac, non ci saranno variazioni sostanziali rispetto all’attuale lineup, il nuvo MacBook Air si presenterà sul mercato con un cartellino a partire da 1029 euro e 1229 euro rispettivamente per i modelli da 11 e 13 pollici.

 
© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti