Netflix
Mytech

Netflix: come controllare il consumo dei dati su rete cellulare

Dalle impostazioni dell’app è possibile modificare la qualità di riproduzione (quindi anche il consumo di banda). Ecco come

Uno dei problemi più annosi per chi utilizza Netflix è la mancanza di una modalità offline per vedere i contenuti del servizio in mobilità senza bisogno di connettersi a Internet. Di fatto, per guardare Narcos, Marco Polo o qualsiasi altra serie tv sullo schermo di un telefonino o di un tablet nelle zone non servite da Wi-Fi non c’è al momento altra soluzione se non quella di collegarsi a un rete mobile.

Per ovviare in parte al problema, Netflix ha appena annunciato una nuova funzionalità per controllare il consumo di dati durante lo streaming su rete cellulare .

L’opzione, disponibile per tutti gli abbonati che dispongono di un cellulare iOS o Android con l’app Netflix aggiornata all’ultima versione, si può configurare passando per il menu Impostazioni app e quindi cliccando su Consumo dati cellulare. A questo punto sarà possibile deselezionare l'impostazione di default e selezionare una delle sei modalità a scelta fra quelle rese disponibili dal servizio:

1. Off - Streaming disponibile solo con connessione Wi-Fi.
2. Auto – circa 3 ore per ogni GB di dati.
3. Low - circa 4 ore per GB di dati
4. Medium - circa 2 ore per GB di dati
5. High - circa 1 ora per GB di dati
6. Unlimited – Streaming alla massima qualità possibile per il dispositivo e il contenuto in riproduzione (circa 1 GB per 20 minuti o più a seconda del dispositivo e della velocità della rete).

Se l’opzione Low è senza dubbio la più economica, quella Auto appare la più bilanciata per chi desidera limitare i consumi pur senza rinunciare a una buona qualità video. Va detto che la modifica delle impostazioni sui consumi interviene solo sulle connessioni mobili: quando il dispositivo è sotto rete Wi-Fi, infatti, Netflix provvede a effettuare lo streaming alla miglior qulità possibile.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Perché Netflix bloccherà le VPN

Il servizio di streaming vuole proteggere gli accordi di licenza fra Paese e Paese. Per questo controllerà gli utenti che occultano la loro connessione

Commenti