2016_Toyota_Fuel_Cell_Vehicle_014
Mytech

Mirai, il "futuro" (a idrogeno) della mobilità secondo Toyota

Arriverà in Europa l'anno prossimo la prima automobile a idrogeno destinata al mercato di massa

 

Mirai, futuro in giapponese. Nomen omen della nuova pietra miliare dell'automotive: la prima berlina a idrogeno prodotta in grande scala.

Firmata Toyota, è stata appena presentata in California e tra meno di un mese esordirà sul mercato nipponico (dove costerà l'equivalente di 50 mila euro), per arrivare poi anche in Europa (inizialmente soltanto in Germania, Gran Bretagna e Danimarca) a settembre del prossimo anno a 66 mila euro, più le tasse.

Inizialmente, la quantià di esemplari venduti sarà limitata, ma l'obiettivo nel medio periodo è ambizioso: migliaia di vetture nel mondo, ha pronosticato Toyota da qui al 2020.

Zero emission

Mirai funziona grazie a un suo cuore propulsivo costituito da una pila combustibile a idrogeno e al processo dell'elettrolisi inversa, che genera elettricità dagli elettroni prodotti dagli atomi di idrogeno che si combinano con l'ossigeno dell'aria per formare acqua, unica emissione del veicolo.

La vettura può garantire un'autonomia di 650 km con un pieno (che si effettua in circa 3 minuti). Da berlina media a carburante fossile le prestazioni: 180 km/h e da 0 a 100 km/h in poco più di 9 secondi.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti