Windows 10 notifica
Mytech

Microsoft: come evitare l’aggiornamento a Windows 10

Una nuova modifica alla finestra di notifica, consente di procrastinare o eliminare l’upgrade gratuito al nuovo sistema operativo

La scorsa settimana, Microsoft ha introdotto una modifica piuttosto discussa al suo sistema di avvisi per l’aggiornamento a Windows 10: una nuova finestra – impossibile da tacitare – che di fatto ha obbligato molti utenti Windows 7 e Windows 8 a programmare l’upgrade al nuovo OS di Redmond.

La nuova notifica è stata aspramente criticata da pubblico e addetti ai lavori che se la sono presa in particolare con la scelta di Microsoft di interpretare il clic sulla X rossa di chiusura della finestra di notifica come un consenso automatico all’aggiornamento.

Da qui la decisione della società di correre ai ripari con un’ulteriore modifica al sistema di alert che prevede la possibilità di cambiare la programmazione o cancellarla cliccando su un apposito link. "Sulla base dei feedback dei clienti, spiega in uno statement il colosso di Redmond, “abbiamo aggiunto un'altra notifica che conferma il momento dell'aggiornamento e fornisce al cliente un'opportunità in più per la cancellazione o la riprogrammazione dello stesso. Se il cliente desidera continuare con il suo aggiornamento, al momento designato, potrà cliccare su 'OK' o chiudere le notifiche senza ulteriore azione necessaria".

Windows 10 notifica new

L’opzione risolve il problema dell’aggiornamento indesiderato ma non quello relativo al sistema di chiusura della finestra: cliccando sulla X rossa all’angolo del pop-up di notifica, sia nell’avviso standard che nella seconda versione del prompt, l’utente confermerà infatti l’avvio dell’aggiornamento.

"È una decisione senza senso – commenta Forbesche ci dà una misura di quanto sia lontana Microsoft dall’obiettivo di raggiungere il suo obiettivo dichiarato di un miliardo di installazioni di Windows 10 nei primi 2-3 anni".

La polemica, tuttavia, è destinata a spegnersi in fretta: il 29 luglio scade infatti il periodo “franco” che Microsoft ha concesso ai suoi utenti per l’aggiornamento gratuito a Windows 10. Da quella data in poi, salvo improbabili cambi di programma, non ci saranno più avvisi: chi vorrà passare a Windows 10 dovrà semplicemente acquistarlo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Microsoft "spegne" la Xbox 360

Le vendite della vecchia console sono in declino, Redmond punterà tutto sulla Xbox One. Ma il supporto rimarrà attivo

Commenti